Cronaca

A Palazzo Sarcinelli la presentazione del Meeting di Rimini 2016 di Comunione e Liberazione

Zambon, Zanetti, Balliana, Villanova ed Agostini hanno analizzato il tema "TU sei un bene per me". Appuntamento nella città romagnola dal 19 al 25 agosto.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Dal Tu generoso che dona una sacca di sangue al Tu sempre più tecnologico e poco umano, dal Tu diversamente abile ma ancora più prezioso al Tu persona prima che atleta. Questi sono solo alcuni degli aspetti che sono stati trattati ieri sera, lunedì 11 luglio, a Palazzo Sarcinelli (Conegliano), in occasione della presentazione del Meeting di Rimini che si terrà nella città romagnola dal 19 al 25 agosto. L'appuntamento, coordinato da Comunione e Liberazione, Maratona di Treviso e Comune di Conegliano, è il prosieguo della felice collaborazione con il Meeting e che ha portato a marzo di quest'anno, proprio al Sarcinelli, la mostra "Explorers". Ad aprire la serata Carla Agostini, insegnante e collaboratrice di Alessandra Vitez (responsabile all'Ufficio Mostre del Meeting), che ha approfondito il tema dell'edizione 2016 "TU sei un bene per me" e segnalato alcune delle iniziative principali che tra poco più di un mese saranno proposte ai tanti spettatori (molti affezionati arriveranno proprio dalla città coneglianese). Sono intervenuti il sindaco di Conegliano, Floriano Zambon, il già assessore alla cultura, Loris Balliana, l'amministratore unico di Maratona di Treviso, Aldo Zanetti, il consigliere regionale Alberto Villanova.

"In questo momento nell'altro non si vede molto o non lo si vede proprio - ha affermato Zambon - discutiamo con il mondo ma in solitudine, l'altro è distante, ma quando, in un letto di ospedale, mi sono trovato a ricevere le sacche di sangue, ho riflettuto sul chi era questo altro che mi stava aiutando, un altro che può essere di un altro colore, di un altro pensiero, che può parlare un'altra lingua, ma che è un bene, in qualsiasi caso un bene". Intensa riflessione politica per Villanova, che ha indicato il mondo della politica come il contesto in cui egoismo e bisogno degli altri sono all'estremo. "All'interno della società tra la gente e chi fa politica il distacco è sempre maggiore, ma credo sia un processo creato ad arte - ha aggiunto - allontanare la gente da politica, vuol dire allontanarla dagli interessi comuni, quelli che fanno girare il tutto". L'intervento di Balliana è stato invece indirizzato sugli aspetti tecnologici. "La rivoluzione tecnologica che sta avvenendo è un temporale dal qualche non ci salveremo, dobbiamo gestire gli strumenti che ci sono oggi, non combatterli - ha detto - il Meeting trova sempre le tematiche per riflettere, in maniera intensa, anche per il "nostro" Tu". Zanetti, oltre a ricordare la collaborazione di Maratona di Treviso nell'organizzazione della mostra di marzo, ha approfondito la tematica del Tu sportivo. "Tu sei un bene per me dovrebbe essere un concetto scontato - ha riferito - il nostro compito è quello di far crescere i giovani nel miglior modo possibile, ricordando sempre che prima di tutto ci sono le persone. Poi vengono gli atleti e anche gli altri non sono solo avversari, sono prima di tutto persone. Il compito dello sport è quello di far crescere bene quella persona che c'è dentro l'atleta".

Il Meeting di Rimini, una rassegna che farà riflettere molto e sarà aperta con l'inaugurazione ufficiale che avrà quest'anno la presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Palazzo Sarcinelli la presentazione del Meeting di Rimini 2016 di Comunione e Liberazione

TrevisoToday è in caricamento