rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Montebelluna

Palio del Vecchio Mercato a Montebelluna: festa per i 25 anni di sodalizio con Oberkochen

Sabato l'incontro con i paesi gemellati. Domenica 3 settembre i delegati parteciperanno alla programmazione del Palio dal mattino, con la Santa messa e la benedizione dei carri

MONTEBELLUNA Erano in 17 i rappresentanti delle delegazioni dei paesi gemellati con la città di Montebelluna e presenti sabato mattina al momento di benvenuto organizzato dal Comune assieme all'Ente Palio. Ad accoglierli, presso l'ex Tribunale di Montebelluna, i Mercanti Dogali che si sono esibiti con le loro danze tradizionali, oltre al sindaco, Marzio Favero, all'assessore alla cultura, Debora Varaschin, e al presidente dell'Ente Palio, Nicola Palumbo.

Un incontro più informale, rispetto agli scorsi anni, sia per il contesto – fino allo scorso anno avveniva nella sala consiliare della Loggia dei Grani – che per il programma, più snello ed amichevole. Cinque i paesi gemellati presenti: Dammarie-les-Lys, Tata, Imatra, Kocs e Oberkochen. La cerimonia è stata l'occasione anche per celebrare il 25mo anniversario del sodalizio con Oberkochen e per firmare una pergamena in segno di riconoscimento per l'importante traguardo, oltre che per festeggiare il 78mo compleanno dell'ex sindaco, Lallo Zaffaina, pure presente ai festeggiamenti coi paesi gemellati.

Ha commenta il sindaco, Marzio Favero: “L'incontro di quest'anno è volutamente all'insegna dell'informalità, una sorta di incontro tra amici. Come avrete notato, abbiamo trasformato il centro cittadino rendendolo pedonalizzato e rendendolo un punto di incontro. L'incontro di oggi si tiene in quello che un tempo era un Tribunale. Stiamo cercando le risorse per poterlo ristrutturare quindi la speranza è quella di potervi in futuro ospitarvi di nuovo qui in un luogo riqualificato. Nel frattempo è partito il cantiere di Villa Pisani: l'anno prossimo inaugureremo il Memoriale della Grande Guerra: proprio nella Prima e nella Seconda Guerra mondiale ci sono le ragioni del nostro incontrarci e della nostra amicizia. Un'amicizia, come nel caso di Oberkochen, che dura da 25 anni e rappresenta un importante tassello dell'idea di Europa autentica, non quella attuale, purtroppo densa di burocrazia”.

“E' davvero piacevole avervi qui – ha sottolineato il presidente del Palio, Nicola Palumbo - Per noi questi sono giorni di festa e di amicizia. Il Palio, per Montebelluna, non rappresenta solo un evento, ma l'azione di un gruppo di amici che ama la propria città. E questo è lo spirito che lega anche le nostre città. L'edizione di quest'anno e quella dello scorso sono state all'insegna del risparmio e dell'innovazione che si è tradotta con l'introduzione del contributo del volontariato da parte delle associazioni locali, e la collaborazione con grandi aziende che hanno sponsorizzato la manifestazione. Ci auguriamo che presto, con il loro supporto, ci sarà possibile ripristinare l'Europalio che per anni ha visto gareggiare le squadre dei diversi paesi gemellati”.

La mattinata è proseguita con la visita all’esposizione dedicata ai finalisti del drappo del Vecchio Mercato XXVIII edizione: “Tra Innovazione e Tradizione” – Gilda Scarcia, Leonardo Signori, Genny Botti. Quindi i delegati hanno trascorso un momento conviviale e nel pomeriggio visitato Castelbrando e le colline del prosecco. Domenica 3 settembre i delegati parteciperanno alla programmazione del Palio dal mattino, con la Santa messa e la benedizione dei carri e, a seguire, la sfilata dal Duomo al municipio, con la partecipazione della banda musicale cittadina. Nel pomeriggio, infine, la sfilata storica alle 15 e dalle 17 la gara del Palio del Vecchio Mercato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palio del Vecchio Mercato a Montebelluna: festa per i 25 anni di sodalizio con Oberkochen

TrevisoToday è in caricamento