menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Parco del Sile dice no al Panevin di Roncade e Quarto d'Altino

"Una tradizione cancellata dall'Ente - spiega il sindaco di Quarto d'Altino Silvia Conte - Avevamo ottenuto il nulla osta della Vinca"

Saltano i panevin di Roncade e di Quarto d’Altino. A renderlo noto è il primo cittadino di Quarto d’Altino Silvia Conte che definisce la decisione dell’Ente Parco del Sile “allucinante”. Niente fuochi d’artificio, tanto meno tradizionali falò nell’area del parco.

“Nonostante l’impegno della Pro Loco e delle associazioni locali – spiega Conte – oggi (venerdì) l’Ente ha formalizzato parere non favorevole all’evento, cancellando una tradizione ventennale molto sentita dalla comunità e mettendo in difficoltà le associazione che hanno investito anche denaro”.

Silvia Conte riferisce di aver effettuato, come richiesto dal parco del Sile, le analisi per l’impatto ambientale che avrebbe avuto il panevin. Le verifiche avrebbero escluso che il panevin possa causare danni alla flora e alla fauna: “Nonostante il nulla osta della Vinca il parco ha negato una tradizione. Auspichiamo che riveda la sua decisione a questo punto. Ma e' sempre più forte il dubbio sul senso di un Ente che in nome di una presunta tutela ambientale non fa che mettere i bastoni fra ruote ad associazioni e cittadini. Qualcuno potrebbe richiedere eventualmente anche un risarcimento danni". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento