rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Parità di genere italicum, Casellato: "Questione di democrazia"

La deputata: "Il Parlamento più “rosa” degli ultimi decenni non può esimersi dal garantire la giusta rappresentanza in politica alle donne italiane"

TREVISO - "Ho sottoscritto subito l’appello bipartisan e trasversale, rivolto al Presidente Renzi, sollecitando il  governo a non bocciare i tre emendamenti proposti da Roberta Agostini, collega del PD, che prevedono la parità tra uomini e donne nelle liste bloccate, il 50% di donne capolista oppure un meccanismo che non consentirebbe ai rappresentanti uomini di superare il 60% delle candidature (e viceversa). – afferma con passione Floriana Casellato deputata trevigiana del PD - "Se non ci sarà l'intesa, non escludiamo una presa di posizione forte, anche nei confronti del nostro Partito.”

“Abbiamo incontrato anche  la Presidente Laura Boldrini e sottolineato che la nostra presa di posizione non è a solo vantaggio delle donne, ma della democrazia tutta. – rilancia la Casellato -  Abbiamo due articoli della Costituzione, il 3 (sull’uguaglianza) e il 51 (sulla promozione delle pari opportunita’), che ci spingono in questa direzione. La nuova legge elettorale deve tenere conto di questo. Spero davvero che prevalga il senso di responsabilità e le richieste avanzate vengano prese in considerazione. Il rispetto della parità di genere – incalza  Casellato - è una causa che riguarda tutti e che si deve tradurre in azioni concrete. Anche così si mette in atto il cambiamento che il Partito Democratico tanto sostiene.”

“Nella nostra  provincia la parità di genere nel PD è ben rappresentata, molte Sindaco donna, una segretaria provinciale, tre parlamentari. – conclude Floriana Casellato – E’ un esempio che ho spesso citato in Aula in questi giorni. La concretezza territoriale speriamo sia imitata anche nelle decisioni politiche nazionali.”

“Sostengo e rilancio la posizione di Floriana e la sua adesione all’appello bipartisan per la parità di genere all’interno del disegno di legge elettorale – afferma Leone Cimetta, responsabile dell’esecutivo provinciale PD – La parità è un principio fondante che il  Partito Democratico ha voluto darsi fin dalla sua nascita, è questo il momento per attuarlo e farlo passare da un valore ad una scelta concreta.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parità di genere italicum, Casellato: "Questione di democrazia"

TrevisoToday è in caricamento