“Parliamone”, da giovedì 5 aprile quattro incontri al Bon Bozzolla

Un nuovo percorso rivolto ai familiari degli ospiti e degli anziani seguiti con l’assistenza domiciliare. Gli psicologi hanno ideato un progetto per supportare le famiglie del territorio

FARRA DI SOLIGO Giovedì 5 aprile, in programma alle ore 17.00, parte al Bon Bozzolla il nuovo ciclo di incontri trimestrali rivolto ai familiari degli ospiti che vivono in struttura, e aperto per la prima volta anche ai parenti degli anziani di Farra di Soligo seguiti con l’assistenza domiciliare, gestita da gennaio in convenzione con il Comune. Parliamone - I nostri cari nei Centri di Servizio è, infatti, il nuovo progetto pensato per approfondire specifici temi che riguardano la vita e la cura dell’anziano, grazie agli interventi dei professionisti, ma anche per aiutare i familiari a condividere in modo libero e sereno emozioni, problematiche e domande.

Ideato dall’Ente di via San Gallo facendo tesoro dell’esperienza pluriennale del percorso di accompagnamento Partecipare per conoscere, partecipare per crescere insieme e di quella del Gruppo di Auto-Mutuo-Aiuto, con l’obiettivo di meglio accogliere le esigenze delle famiglie del territorio, il nuovo progetto segue la formula dei “Cafè Alzheimer”, nati in Nord Europa ma sempre più diffusi e conosciuti anche in Italia e in Veneto. In un contesto informale e accogliente, con a disposizione un piccolo spuntino e una tazza di buon caffè, i familiari potranno ricevere un sostegno professionale rispetto a particolari problematiche, ma anche emotivo, grazie al confronto con gli psicologi e alla condivisione con gli altri partecipanti delle proprie esperienze, debolezze e spunti di  riflessione.

“Al fine di favorire la serenità e il benessere di tutti, in primis degli ospiti, nella consapevolezza che le fragilità di un anziano con bisogno di assistenza comportano un carico non solo organizzativo, ma anche e soprattutto emotivo per i suoi cari, abbiamo sempre prestato particolare attenzione all’ascolto dei familiari e al loro coinvolgimento in percorsi di informazione e accompagnamento. E a maggior ragione ora - spiega Eddi Frezza, direttore del Bon Bozzolla - che attraverso il servizio di assistenza domiciliare per il Comune di Farra di Soligo affianchiamo nel lavoro di cura circa una trentina di famiglie del territorio, abbiamo ritenuto essenziale rinnovare il progetto e aprirlo alla comunità, per dare la possibilità a tutti di ricevere un supporto professionale e di sentirsi meno soli in questo difficile compito.” Il primo appuntamento di giovedì 5 aprile, alle ore 17.00, si svolgerà nel salone polifunzionale al piano terra dell’Istituto. Gli psicologi Martina Della Giustina e Giuliano Dal Pos, presenteranno il progetto e affronteranno “Le fatiche della cura. Stress del caregiver", per condividere un momento di confronto con i familiari, sorseggiando una buona tazza di caffè.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento