Cronaca

Troppo tardi per correre all'ospedale: mamma partorisce in casa a Montebelluna

Nascita d'altri tempi domenica a Montebelluna dove una giovane mamma ha dato alla luce il suo bambino aiutata telefonicamente dal personale del Suem. Il parto è andato a buon fine

MONTEBELLUNA L'attesa era tanta ma a certi momenti, spesso, non si arriva mai preparati fino in fondo. E così è successo che C.S, giovane donna residente a Montebelluna abbia dato alla luce il suo bambino tra le mura di casa, senza riuscire a raggiungere l'ospedale.

Il piccolo, preso dalla fretta di venire al mondo, ha iniziato a spingere poco dopo le 9 di domenica mattina, con qualche giorno d'anticipo rispetto alla data prevista per il parto. Quando le acque si sono rotte la donna non ha avuto modo di salire in macchina e farsi accompagnare al pronto soccorso. In preda alle contrazioni è riuscita però a chiamare il centralino del Suem118 che è riuscito nell'impresa di guidare a voce la donna nelle fasi finali della nascita del piccolo, mentre un'ambulanza arrivava il prima possibile a casa della neo mamma. Quando il personale medico è giunto sul posto, alle 10.16 di domenica, il nascituro era già venuto al mondo. Trasportato insieme alla madre all'ospedale di Montebelluna le sue condizioni di salute sono apparse subito molto buone, così come quelle della coraggiosa mamma che ha vissuto un vero e proprio parto d'altri tempi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo tardi per correre all'ospedale: mamma partorisce in casa a Montebelluna

TrevisoToday è in caricamento