Operazione anti-bracconaggio, salvati pettirosso e passera scopaiola

Denunciato dalla polizia provinciale il bracconiere di turno, un sessantenne residente a Farra di Soligo

Un uccello

Nuova operazione anti bracconaggio della Polizia Provinciale in ambito di tutela del patrimonio faunistico del territorio. Proprio ieri, mercoledì 30 settembre, gli agenti provinciali hanno sorpreso nel territorio comunale di Farra di Soligo un bracconiere intento a praticare uccellagione, tramite l’utilizzo di reti e trappole specifiche per la cattura dell’avifauna, tese all’interno dei terreni confinanti con la sua abitazione.

Gli agenti hanno dunque denunciato il bracconiere, un sessantenne residente a Farra di Soligo, sequestrando all’uomo circa una trentina di uccelli, alcuni dei quali appartenenti a specie protette dalla Convenzione di Berna come dei Pettirosso e Passere Scopaiole e altri volatili appartenenti alla famiglia dei fringillidi.

pp1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento