menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Pd "scarica" Orsoni e Marchese, ma il consigliere risulta nel sito

"Giampietro Marchese" da due anni non risulta più iscritto al Pd". Così la segreteria del partito. Ma il suo nome ancora compare

VENEZIA — Attraverso pochissime parole in una nota il Partito Democratico veneto “scarica” Giampietro Marchese e Giorgio Orsoni, coinvolti nell’inchiesta della Procura veneziana sul sistema Mose. Il primo, consigliere regionale e il secondo, sindaco di Venezia.

LA NOTA DEL PD “Si  precisa, per una corretta informazione  a seguito dei recenti fatti accaduti, che Giampietro MARCHESE da due anni non è più iscritto al PD e non riveste incarichi di partito e che Giorgio ORSONI non è mai stato iscritto al PD e non  ha mai rivestito incarichi interni al partito”.

Ma nel sito internet del Partito Democratico, nonostante la smentita della segreteria, il nome di Marchese compare tra gli esponenti del consiglio regionale legati al partito.

INCHIESTA MOSE: ARRESTATI GIORGIO ORSONI E RENATO CHISSO

TUTTI I NOMI DEGLI ARRESTATI

LA DIFESA DI ORSONI: "ACCUSE POCO CREDIBILI"

IL COMMENTO DI GIOVANNI MANILDO: "SCONCERTATO, COLPO A PATREVE"

IL COMMENTO DI SIMONETTA RUBINATO: "AMMINISTRATORI ONESTI, REAGIAMO"

IL GOVERNATORE ZAIA TOGLIE LE DELEGHE ALL'ASSESSORE RENATO CHISSO

INTERROGATORI AL VIA: IL SINDACO ORSONI SOSPESO DALL'INCARICO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Dalla Rete

    Digos della Questura di Treviso, nominato il nuovo dirigente

  • Salute

    Monastier, nuova tecnica 3D per gli interventi a spalla e ginocchio

  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento