Cronaca

Pedemontana, Gerolimetto: "Fondi Ue grande opportunità"

Il consigliere regionale Amedeo Gerolimetto (Forza Italia per il Veneto): "Le aziende agricole della Pedemontana trevigiana si aspettano molto"

Amedeo Gerolimetto (ortoveneto.it)

CRESPANO DEL GRAPPA —  “Le aziende agricole della Pedemontana trevigiana si aspettano molto dal prossimo piano di sviluppo rurale 2014-2020 e per questo chiedono la massima attenzione alle loro esigenze. La Pedemontana veneta dovrà avere una sua innegabile specificità nella programmazione dei fondi comunitari per il prossimo settennio, perché territorio di cerniera tra l’agricoltura di montagna e quella di pianura. Un ruolo che va incentivato e di cui va riconosciuta la peculiarità”. E’ quanto ha detto il consigliere regionale Amedeo Gerolimetto (Forza Italia per il Veneto) incontrando oltre un centinaio di agricoltori martedì sera al Teatro “Santa Maria del Belvedere” di Crespano del Grappa (Treviso).

L’incontro ha coinvolto gli operatori del settore primario e gli amministratori dei comuni di Crespano, Borso e Paderno, che hanno ascoltato dai dirigenti regionali Andrea Comacchio, Riccardo De Gobbi e Giovanni Carraro cosa prevede il nuovo piano di sviluppo rurale sino al 2020. “Gli agricoltori sanno benissimo che le prospettive di crescita delle loro aziende passano per il Psr, uno strumento che in Veneto ha dimostrato di funzionare bene - ha sottolineato Gerolimetto - Accanto alla Lombardia, infatti, il Veneto è la regione che in Italia ha utilizzato in maggior misura i fondi europei 2007-2013. E le premesse per la nuova stagione programmatoria sono buone, dato che le dotazioni finanziarie del nuovo Psr ammontano a 1 milione e 184 mila euro con un aumento di 140 milioni rispetto al precedente. Vale a dire una disponibilità finanziaria di circa 200 milioni di euro l’anno”.

“Il nuovo Psr – ha aggiunto il consigliere trevigiano - metterà a disposizione nuove risorse per la manutenzione e la realizzazione di strade silvo-pastorali, per il miglioramento dei boschi degradati, per l’acquisto di macchinari e per i ripristini ambientali”. Non resta che attendere l’avvio dei primi bandi, nella prossima primavera, dopo che il programma operativo del piano di sviluppo rurale avrà avuto l’approvazione definitiva di Bruxelles”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedemontana, Gerolimetto: "Fondi Ue grande opportunità"

TrevisoToday è in caricamento