rotate-mobile
Cronaca Castelfranco Veneto

Colpita da un ictus e con quattro anni in più di contributi: niente pensione per la prof

Da oltre un anno Maria Angela Cecchetti, docente di matematica e fisica al liceo Giorgione di Castelfranco, ha intrapreso una vera e propria odissea per riuscire ad andare in pensione

CASTELFRANCO VENETO Colpita da un ictus, con quattro anni di lavoro in più rispetto a quelli richiesti per andare in pensione eppure costretta ancora a insegnare all'età di 67 anni.

L'incredibile storia della professoressa Maria Angela Cecchetti, insegnante al liceo Giorgione di Castelfranco Veneto, è stata raccontata sulle pagine de "La Tribuna di Treviso" dove si spiega come l'odissea della docente che non riesce ad andare in pensione sia iniziata quasi due anni fa, nel 2006 quando la professoressa di matematica e fisica scopre di avere tutti i requisiti per fare richiesta di pensionamento ma scopre che la circolare applicativa per presentare la domanda entrerà in vigore solo dal marzo del 2017. Niente da fare, la signora Cecchetti però non si perde d'animo e a giugno dello scorso anno ci riprova ma a questo punto scopre che, stando ai dati dell'Inps, non le sono stati registrati una decina d'anni di contributi che la donna aveva in realtà già svolto regolarmente. Per dimostrare di aver già versato tutto quel che doveva, la prof mette a soqquadro gli archivi di casa e alla fine recupera non solo tutti gli stipendi ma dimostra di essere stata in servizio quattro anni in più del dovuto. Trovati tutti gli stipendi, sistema la documentazione con l'Inps e si prepara a presentare domanda di pensionamento ma qui arriva la nuova stangata. Da scuola le dicono che dovrà rimanere in cattedra fino al 1 settembre 2018 visto che la sua domanda non è arrivata entro i termini prescritti dalla legge. Esasperata la donna chiede aiuto al giudice del lavoro, ma lo stress dovuto all'insegnamento e al sogno di una pensione che sembra non arrivare mai, le provocano un grave ictus che la costringe al ricovero in ospedale dallo scorso novembre. Impossibilitata a tornare in cattedra, la professoressa Cecchetti spera in un congedo anticipato ma sia il giudice del lavoro che l'ufficio scolastico regionale negano alla donna la gioia del pensionamento. La sua odissea è attualmente ancora in corso, nella speranza di poter trovare una soluzione per quella pensione che gli è stata finora negata già troppe volte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpita da un ictus e con quattro anni in più di contributi: niente pensione per la prof

TrevisoToday è in caricamento