Picchiato a sangue per un parcheggio davanti alla macelleria

Vittima dell'aggressione il padre della titolare del negozio Planet Fruit a San Zenone degli Ezzelini. E' stato aggredito dalla famiglia marocchina che vive sopra il negozio

L'ospedale di Castelfranco dov'è stato ricoverato il 47enne

La macelleria hallal "Planet Fruit" a San Zenone degli Ezzelini è tornata sotto i riflettori della cronaca dopo la vicenda accaduta lo scorso dicembre quando alcuni colpi di pistola erano stati esplosi contro la vetrina del negozio.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", è stato il padre della titolare Maria Karouach a rimanere coinvolto in una brutale aggressione avvenuta davanti al punto vendita di via Guglielmo Marconi. Erano le 12 di ieri, domenica 31 maggio, quando un cliente filippino ha parcheggiato la sua auto davanti alla macelleria usando però un posto riservato alla famiglia residente sopra il negozio di alimentari. Tra gli inquilini e i tititolari del "Planet Fruit", entrambi di origini marocchine, non c'erano mai stati buoni rapporti e, non appena l'auto del cliente filippino ha occupato il posto auto, il capofamiglia del piano di sopra è sceso in strada iniziando a urlare. A quel punto Charkoui Karouach, padre della titolare Maria, è uscito per spiegare all'uomo che il cliente filippino se ne sarebbe andato di lì a pochi minuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In pochi minuti la situazione è degenerata: il padre della titolare, 47 anni, è stato spintonato e fatto cadere a terra. Come se non bastasse a dare manforte all'aggressore sono arrivati anche i suoi due figli, entrambi minorenni, che hanno iniziato a prendere a calci e pugni il signor Karouach. Maria, la figlia 20enne, ha provato a intervenire ma è stata aggredita e graffiata a sua volta dalla furia della famiglia del piano di sopra. Inevitabile a quel punto la chiamata al 118 per poter aiutare il padre aggredito. Sul posto sono intervenute ben tre ambulanze del Suem di Crespano del Grappa insieme a una pattuglia dei carabinieri. Charkoui Karouach è stato ricoverato al pronto soccorso di Castelfranco Veneto con numerosi ematomi, traumi e graffi. E' stato dimesso nel pomeriggio di domenica con una prognosi di diversi giorni per le ferite riportate. La famiglia Karouach sembra intenzionata a sporgere denuncia contro gli aggressori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento