menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazza Rinaldi

Piazza Rinaldi

Piazza Rinaldi come un'isola verde in centro città: nel weekend il via al progetto

Isola Rinaldi, sabato 19 marzo la presentazione del progetto. Manildo: "Non si dovranno vedere più auto parcheggiate nella piazza simbolo della città. Lo stesso dicasi per altre zone come Santa Maria dei Battuti o l'isola della Pescheria. Saremo inflessibili"

TREVISO Verrà presento alla stampa sabato 19 marzo il progetto di riqualificazione urbana dell’isola di Piazza Rinaldi. Un intervento importante che si aggiunge alla lista degli obiettivi del sindaco di Treviso Giovanni Manildo e dell’assessore delegato alla cura e al benessere urbano Ofelio Michielan.
Si allunga la lista delle cose fatte – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – penso alla raccolta differenziata, al rinascimento culturale, al nuovo sistema delle piazze, ai grandi eventi del centro. Questo progetto aggiunge un tassello importante alla lista degli obiettivi che ci eravamo prefissi di raggiungere in questi primi cinque anni di mandato”.  

Il progetto di recupero di quella che è già stata soprannominata l’isola di piazza Rinaldi, racchiusa dai canali d’acqua in una linea continua che conduce fino a un’altra isola cittadina quella della Pescheria, prevede l’arrivo di nuovi servizi e funzioni che porteranno nuova vitalità nella zona, flessibilità degli elementi, in particolare l'arredo, e una coerenza nel sistema del verde che è stato pensato in maniera armonica rispetto all’esistente. Tutto questo senza dimenticare la stretta relazione con i parcheggi che servono la zona. "Il paesaggio urbano è stato reinterpretato tenendo conto della forte relazione che esiste tra il verde e l’acqua: un legame che caratterizza tutta la città. Il progetto coinvolge tutta la zona di Piazza Rinaldi, quindi anche il palazzo, il giardino dei Rinaldi, la Riviera e piazzetta Dolfin – anticipa l’assessore alla cura e al benessere urbano Ofelio Michielan - I lavori inizieranno subito dopo Pasqua e termineranno alla fine di settembre. Tra le novità che presenteremo anche un nuovo sistema di illuminazione, decisamente smart. Verranno infatti utilizzate delle lampade a led a basso consumo”.

E accanto al progetto che da parcheggio a cielo aperto riconsegnerà ai cittadini una piazza con la sua antica funzione di cortile il sindaco annuncia anche una stretta nei controlli contro la sosta selvaggia in alcune zone della città: “Ho chiesto agli uffici competenti di chiudere al più presto il progetto di divieto di sosta in Piazza dei Signori. Non si dovranno vedere più auto parcheggiate nella piazza simbolo della città. Lo stesso dicasi per altre zone come Santa Maria dei Battuti o l’isola della Pescheria. Saremo inflessibili”. E infatti lunedì mattina il vicesindaco ha incontrato gli uffici competenti per chiedere di mettere in atto al più presto quanto previsto dalla delibera già approvata dalla giunta comunale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento