menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lite degenera: picchia i genitori e un carabiniere: arrestato 23enne

Il giovane, di Asolo, con precedenti, è stato poi rimesso in libertà. Aveva colpito nel mezzo della discussione i familiari e un militare

ASOLO Nel mezzo di una lite ha aggredito i suoi genitori. Li ha picchiati fino a mandarli all’ospedale. E all’arrivo dei carabinieri ha colpito anche uno di loro. E' finito in manette B.A.E.Y.M., operaio di origine marocchina di 23 anni, residente ad Asolo, con precedenti, arrestato dai militari del luogo.

Il giovane è accusato di maltrattamenti in famiglia, resistenza e lesioni personali a pubblico ufficiale. Tutto sarebbe cominciato con una semplice discussione tra il ragazzo e i suoi genitori. Un diverbio presto degenerato per futili motivi. Improvvisamente il 23enne avrebbe perso il controllo e avrebbe colpito violentemente mamma e papà che, visitati al pronto soccorso, sono stati dimessi con una prognosi di guarigione di otto giorni.

Gli stessi familiari hanno lanciato l’allarme ai carabinieri, preoccupati che la situazione potesse degenerare ulteriormente. All’arrivo delle forze dell’ordine, il ragazzo si sarebbe tutt’altro che calmato. Anzi, avrebbe colpito uno dei militari che ha riportato ferite guaribili in una decina di giorni. Inevitabile, a quel punto, l’arresto nei confronti del ragazzo. Il giorno seguente, comparso davanti al giudice per la direttissima, è stato rimesso in libertà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento