Cronaca

Picchia i genitori, 29enne condannato a tre anni di carcere

Il giovane, di Cessalto, è accusato di maltrattamenti in famiglia. I coniugi, stanchi delle violenze, si erano quindi rivolti ai carabinieri

CESSALTO — Le liti si facevano sempre più frequenti e spesso arrivava ad alzare le mani. Aggrediva i suoi genitori con violenza, la maggior parte delle volte per futili motivi. Come una cena non ancora pronta al suo rientro da una giornata di lavoro, oppure non riscaldata a sufficienza prima del suo arrivo. È arrivata lunedì la condanna in primo grado per un 29enne di Cessalto accusato di maltrattamenti in famiglia. Una sentenza pesante: tre anni di reclusione per l’articolo 572 del codice penale, come scrive la Tribuna di Treviso.

Il suo avvocato avrebbe già annunciato di voler presentare ricorso in appello. Secondo quanto ricostruito e motivato dalla Procura, il 29enne più volte avrebbe alzato le mani nei confronti di mamma e papà. La condanna arriverebbe dopo un passato piuttosto difficile del giovane: un anno di condanna ancora per maltrattamenti e sei mesi per spaccio. Le continue violenze nei confronti dei genitori hanno portato la coppia di coniugi a rivolgersi ai carabinieri. Ora sarà la Corte d’Appello di Venezia a stabilire una eventuale modifica della pena. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia i genitori, 29enne condannato a tre anni di carcere

TrevisoToday è in caricamento