rotate-mobile
Cronaca Pieve di Soligo

Bacia un'amica della figlia, indagato un 43enne

L'uomo, residente a Piave di Soligo, è accusato di atti sessuali con minorenne. Oggi, 19 novembre, si è svolto l'incidente probatorio in cui la giovane avrebbe confermato i dettagli della storia

Un bacio, rubato a una ragazza che al tempo avrebbe avuto solo 14 anni. E' l'accusa rivolta a un 43enne di Pieve di Soligo, finito nei guai con la giustizia accusato di atti sessuali con un minorenne.

Stamattina si è svolto l'incidente probatorio di fronte al giudice per l'udienza preliminare Piera De Stefani, in cui la giovane avrebbe confermato tutti i dettagli di una storia  che si sarebbe svolta del 2019. Tutti meno la sua età, poiché la ragazza avrebbe detto di essere quasi 16enne al momento del fatto.

Sulla vicenda c'è il più stretto riserbo da parte degli investigatori. Secondo le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Francesca Torri, la "vittima" sarebbe stata una amica della figlia dell'indagato che, rimasta in casa in casa da sola in compagnia dell'uomo, sarebbe stata approcciata dal 43enne, che l'avrebbe baciata e toccata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bacia un'amica della figlia, indagato un 43enne

TrevisoToday è in caricamento