Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Mamma travolta e uccisa sulle strisce pedonali, anziana patteggia

Drusiana Boatin, 87 anni, è comparsa ieri di fronte al gup. Il 25 settembre del 2017 a Pieve di Soligo causò l'incidente in cui morì Antonela Kmet, 46 anni, che si era lanciata in strada per proteggere i due figli

Antonela Kmet, la donna uccisa

E' stata condannata a 1 anno e 2 mesi, in patteggiamento e con il beneficio della condizionale mentre i familiari sono già stati risarciti dall'assicurazione, Drusiana Boatin, la donna di 87enne che il 25 settembre del 2017 ha travolto con l'auto Antonela Kmet, la 46enne croata residente a Pieve di Soligo morta l'8 ottobre successivo a causa delle gravi lesioni riportate nell'incidente. La Kmet aveva fatto da scudo con il proprio corpo ai due figlioletti di 5 e 11 anni.

L'incidente avvenne lungo la centralissima Via Vaccari, in prossimità del ponte sul Soligo. Una strada che proprio di fronte alla ex sede municipale a all'ora dell'incidente  è illuminata da un sole accecante che picchia sulle auto e che impedirebbe una buona visibilità ai mezzi che circolano nella direzione che stava percorrendo l'investitrice. E infatti la Boatin, dopo lo schianto, aveva spiegato di esser stata disturbata dal sole e di non non essere riuscita a vedere la mamma e i suoi bimbi.

Ma in realtà Antonela Kmet si lanciò per salvare i suoi figli dall'auto che rischiava di travolgerli sulle strisce pedonali, andando ad una velocità eccessiva. La donna si era buttata in mezzo alla strada salvando di fatto i due piccoli dall'impatto ma riportando una serie di gravissime ferite nello scontro con la vettura guidata dall'anziana.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma travolta e uccisa sulle strisce pedonali, anziana patteggia

TrevisoToday è in caricamento