rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Treviso rischia di perdere il cane antidroga Trixie, polemica tra Acampora e Grigoletto

Il consigliere d'opposizione Davide Acampora ha voluto commentare le parole dell'assessore alla sicurezza Grigoletto che aveva elogiato nei giorni scorsi l'operato del cane Trixie

TREVISO "Le parole dell'assessore alla sicurezza Grigoletto, che in questi giorni si è risvegliato dal sonno profondo dichiarando che ci vuole più rigore con i profughi e chiedendo un "giro di vite" anche alla Prefettura, fanno quantomeno sorridere (per non dire piangere)". Sono queste le parole con cui il consigliere comunale Davide Acampora ha iniziato la sua polemica contro l'assessore alla sicurezza trevigiano. 

Sembra infatti che i recenti elogi delle operazioni portate a termine dal cane antidroga Trixie, celebrate da Grigoletto nei giorni scorsi, non siano piaciute particolarmente al consigliere trevigiano che in una nota stampa ha sottolineato come il merito dei blitz portati a termine dal cane antidroga sia da riconoscere al suo bravissimo conduttore, trattato però a "pesci in faccia" negli ultimi mesi (ricorderete il caso della valutazione negativa ricevuta dal padrone di Trixie nei mesi scorsi) e portato alla decisione di valutare, secondo alcune voci, il trasferimento in un'altra città, privando così il capoluogo della Marca di un cane antidroga dal momento che i cani sono sempre tenuti a seguire i loro padroni e non a rimanere nelle città in cui stanno operando. 

"Vorrei sapere" scrive Acampora "che cosa ha fatto l'assessore alla sicurezza quando il conduttore di Trixie, qualche mese fa, è stato bistrattato dal dirigente di riferimento (per motivazioni a noi sconosciute) il quale gli ha affibbiato un punteggio di valutazione così basso stroncandogli di fatto la carriera, nonostante i suoi successi sul campo? Non mi pare che quella volta l'Amministrazione Manildo si sia stracciata le vesti intervenendo (come avebbe potuto fare) chiedendo l'annullamento di quella valutazione visto che le operazioni antidroga ricoprono un ruolo così importante, a detta di Grigoletto. Quel giudizio sfalsato infatti, anche se dato da un dirigente del Comune, è comunque l'espressione della stessa Amministrazione la quale ha sputato sul piatto dove però di fatto continua a mangiare". Quali investimenti dovrà fare a spese dei cittadini il Comune per restituire un servizio cinofilo alla collettività? Quanto tempo ci vorrà per formare un altro conduttore altrettanto preparato? Quali sforzi dovrà fare il comando dei Vigili urbani? E nel frattempo, chi penserà a scovare la droga in giro per la città? In conclusione, questo scenario andrebbe a sommarsi alle inefficienze della gestione Manildo, che continua ad arrivare sempre tardi sulle problematiche a distanza di mesi da quando le opposizioni avevano già previsto tutto", ha concluso il consigliere trevigiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso rischia di perdere il cane antidroga Trixie, polemica tra Acampora e Grigoletto

TrevisoToday è in caricamento