menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra Mom e Cisl scoppia la polemica: la replica del presidente Giacomo Colladon

Assunzioni, veicoli obsoleti, stipendi poco chiari: sono questi i punti che il sindacato Cisl ha contestato alla nota azienda di trasporti trevigiani che ha risposto con il suo presidente

TREVISO La tensione è ormai alle stelle tra la società di trasporti trevigiana Mom (Mobilità di Marca) e la Cisl che nelle scorse ore aveva provocato con una serie di dichiarazioni i vertici dell'azienda. Il presidente di Mom Giacomo Colladon ha quindi voluto precisare una serie di questioni sulla vicenda: "Ritengo non si possa accettare un simile attacco da parte di un sindacato. In piu' parti infatti si afferma il falso e come presidente MoM preciso quanto segue: non è asolutamente vero che gli autobus sono obsoleti in quanto la società anche recentemente ha messo in esercizio mezzi nuovi (14 nel luglio scorso) sia sul servizio urbano che sul servizio extraurbano. Peraltro, come indicato nel piano industriale spiegato anche alle OO.SS., sono in previsione altri acquisti in numero consistente. Non è vero che l'azienda sta procedendo ad assumere autisti interinali, nel piano industriale è ben evidenziato che è necessario discutere con le organizzazioni sindacali dell'organizzazione del lavoro e dell'organico conseguente. Se del caso si potrà anche procedere a delle assunzioni.

Relativamene alle problematiche di acquisto di pezzi di ricambio dei mezzi, occorre considerare che necessita, per disposizione normativa, effettuare bandi di gara per reperirli sul mercato e che gioco forza rallentano le ordinazioni ma è anche vero che nessun mezzo e nessun servizio è saltato per problematiche relative alla manutenzione dei mezzi. Ricordiamo anche che MOM è ben presente nella mantenzione dei mezzi in quanto garantisce un servizio dove mette al primo posto la sicurezza dell'utenza e dei lavoratori. Relativamente allo stipendio del direttore infine occorre precisare che lo stesso percepisce la retribuzione prevista dal Contratto Nazionale di Lavoro dei Dirigenti delle Aziende di Pubblico Servizio Confservizi". Dopo questa risposta quindi la vicenda sembra ben lontana dalla sua conclusione, nei prossimi giorni sono attesi nuovi sviluppi sulla questione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento