rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Villorba

Corpo Intercomunale di polizia locale per Arcade, Breda, Carbonera e Villorba

Si chiama Postumia Romana e serve per il momento quattro comuni della cintura a nord di Treviso, ma è già pronto ad ampliarsi

VILLORBA “Il percorso è quello corretto – dice Marco Serena, sindaco di Villorba – il Corpo Intercomunale di polizia locale che vigila su un’area di 94 chilometri quadrati di territorio dei comuni di Arcade, Breda di Piave, Carbonera e Villorba e i loro 41.500 abitanti ha appena un anno di vita, è perfettibile, ma è sicuramente un esempio di come lavorare in squadra con possa portare ottimi risultati ”.

“Una riflessione - continua Serena - condivisa con i colleghi sindaci Domenico Presti, Moreno Rossetto e Gabriele Matiuzzo dopo aver letto il consuntivo di quanto svolto dal Corpo “Postumia Romana” nei primi 9 mesi del 2017. Questi i numeri: 75% di attività svolta all’esterno pari a 670 postazioni di controllo che hanno determinato 21 ritiri di patent e , il fermo di 5 1 veicoli sprovvisti di assicurazione e la contestazione di 298 omesse revisioni, l’ invio di 2.890 verbali, 1.531 accertamenti anagrafici, 69 servizi di controllo notturno, la rilevazione di 86 incidenti stradali e 157 notifi- che di autorità giudiziaria. Inoltre il controllo del territorio avviene anche per mezzo di un sistema di telecamere che a Villorba, per esempio, sono 64 ” .

“Del resto – continua Marco Serena – il corpo di polizia locale tra i comuni nasce con lo specifico obiettivo di migliorare i servizi di questo settore per rispondere in maniera sempre più professionale e preparata alle varie istanze che arrivano dalla strada e non solo : ci sono infatti ordinanze, abusi, provvedimenti di cui la polizia locale ha competenza che impegnano gli agenti per il restante 25% del loro lavoro. Un numero complessivamente più alto di vigili, grazie alla convenzione intercomunale, permette di definire com- petenze specifiche e ulterior i servizi come le pattuglie serali e notturne. Stiamo quindi verificando , insieme con gli altri sindaci, un ulteriore sviluppo” .

“ È noto che ci siano già stati contatti con il comune di Spresiano e che ne stiamo valutando l’inserimento in convenzione. Ma c’è di più – conclude Marco Serena - nel 2018 vorremmo verificare il possibile coinvolgimento di San Biagio di Callalta e dei comuni ad esso convenzionati: Monastier e Zenson di Piave. Il Corpo Intercomu- nale si trasformerebbe così in un distretto molto ampio e con differenti tipologie di servizi o in relazione al controllo del territorio con grande flusso viario (Villorba, San Biagio, Spresiano) , al monitoraggio del traffico dei mezzi delle imprese addette al settore primario e, non ultimo, avrebbe titolo per l a valutazione della viabilità e per la gestione dei flussi di traffico da e verso l’autostrada”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corpo Intercomunale di polizia locale per Arcade, Breda, Carbonera e Villorba

TrevisoToday è in caricamento