rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Castelfranco Veneto

La Polizia di Treviso (con Padova) sventa rapina a orafi: tre arresti

Tra di loro anche ex componente Spicco ex Mafia del Brenta. In carcere con lui Marco Bacco, 47 anni di Padova e Livio Casella, 37 anni di Treviso. La banda aveva nel mirino un negozio di Castlefranco Veneto

Tre banditi, uno dei quali ex componente di spicco della Mala del Brenta, sono stati arrestati poco prima di entrare in azione per rapinare due rappresentanti orafi trevigiani dalla Squadra Mobile della Questura di Padova, coordinata dal Servizio Centrale Operativo. La Mobile euganea, in stretta collaborazione con quella di Treviso, ha così ammanettato i tre pregiudicati, sottraendo loro alcune armi da fuoco e sequestrando numerose auto rubate. Uno dei malviventi è dapprima fuggito, dopo aver speronato un'auto della Polizia e ferito un agente, per poi arrendersi alla pressione delle serrate ricerche messe in atto degli investigatori, costituendosi dopo poche ore. Le indagini, dirette dal pm euganeo Baccaglini, hanno permesso di evitare anche la commissione di altre rapine nel padovano, nel vicentino e nel trevigiano. I particolari verranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà domani alle ore 11 presso la Squadra Mobile della Questura di Padova.



Sono iniziate sei mesi fa le indagini delle squadre mobili delle questure di Padova e Treviso che hanno portato all'arresto di tre pericolosi pregiudicati che stavano preparando una rapina ad un rappresentante orafo di Castelfranco (Treviso). Mesi di appostamenti e intercettazioni telefoniche e ambientali che iniziavano all'alba e spesso impegnavano gli investigatori, in tutto una quarantina quelli che hanno lavorato al caso, fino a tarda notte, tutti i giorni e con qualsiasi condizione di tempo. In carcere sono finiti ieri Ugo Zanchin, 59 anni di Santa Giustina in Colle (Padova), già in passato coinvolto in operazioni di polizia che hanno sgominato la ricostituzione in banda degli ex fedelissimi di Felice Maniero. In carcere con lui Marco Bacco, 47 anni di Padova e Livio Casella, 37 anni di Treviso. I tre sono indiziati di tentata rapina, ricettazione e possesso di arma clandestina. I poliziotti coordinati dal pubblico ministero Federica Baccaglini li hanno arrestati quando si stavano accingendo a mettere in atto la rapina a Castelfranco Veneto, pianificata da tempo nei minimi particolari dalla banda, che aveva a disposizione una Zatava e un revolver Smith & Wesson entrambe armi pronte a sparare. Particolarmente complicato il fermo di Casella, che per fuggire ha speronato un'auto degli uomini della squadra mobile, ferendo uno degli agenti e dopo che l'auto rubata su cui si trovava è stata centrata alle gomme da due colpi di pistola, è riuscito a scappare a piedi, costituendosi qualche ora più tardi in questura a Treviso.
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Polizia di Treviso (con Padova) sventa rapina a orafi: tre arresti

TrevisoToday è in caricamento