Ponte Bailey sul fiume Piave, i sindaci in coro: «Ricostruire al più presto le rampe d'accesso»

“L’unica via alternativa in questo momento passa da Maserada – afferma il sindaco Anna Sozza – l’autostrada A27 va liberalizzata fino alla fine dei lavori"

“Ricostruire al più presto le rampe d’accesso al ponte Bailey e ripristinare così il collegamento tra la Destra e la Sinistra Piave perché anche un giorno è importante per i cittadini, i trasporti, l’economia locale e non solo”. Così il sindaco di Susegana Vincenza Scarpa ha sintetizzato la posizione di una ventina di primi cittadini dei Comuni interessati dai disagi dovuti alla chiusura al traffico della viabilità alternativa al ponte sulla SS13 in fase di restauro a causa dei danni dovuti alla piena. “Il ponte Bailey ha tenuto – afferma ancora il sindaco di Susegana Vincenza Scarpa – non siamo qui per protestare ma per proporre per fare una richiesta. Non siamo qui contro ANAS che va solo ringraziata per tutto quello che ha fatto finora, ma siamo a chiedere che i lavori vengano conclusi al più presto perché anche un solo giorno è importante, con perdite economiche che sono difficili da quantificare, ma comunque importanti”. Il sindaco di Maserada sul Piave Anna Sozza ribadisce la necessità di liberalizzare il tratto autostradale della A27 da Conegliano a Treviso Nord per evitare che il ponte che insiste sul territorio del suo Comune vada in sofferenza per l’eccessivo transito di veicoli. “L’unica via alternativa in questo momento passa da Maserada – afferma il sindaco Anna Sozza – l’autostrada A27 va liberalizzata fino alla fine dei lavori altrimenti si ripeteranno i disagi che quotidianamente subiamo dal giorno in cui la piena ha danneggiato il collegamento tra Ponte della Priula e Nervesa della Battaglia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento