Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Metanizzazione a Ponte di Piave: via ai lavori per 200 famiglie

Ascopiave: "Questo ci permette di continuare il percorso di sviluppo per farci rimanere il punto di riferimento energetico per il territorio"

PONTE DI PIAVE Ascopiave, primaria società che gestisce la distribuzione del gas metano nella maggioranza dei comuni della provincia di Treviso, in accordo con l’amministrazione comunale di Ponte di Piave ha approvato un piano di metanizzazione per alcune frazioni che sarà avviato a breve e darà la possibilità a circa 200 nuclei familiari di poter accedere a questo importante servizio

In questi giorni ai cittadini residenti nelle vie San Romano, Calderba, Bassa Calderba, IV Novembre, San Lorenzet, Todaro, della Vittoria, Chiodo, di Mezzo e Baradello, stanno giungendo le lettere, a firma congiunta del Sindaco Paola Roma e del Presidente di Ascopiave Fulvio Zugno, in cui si comunica il programma di ampliamento della rete e la possibilità di allaccio, a chi dimostra interesse nella fase dell’esecuzione dei lavori di posa delle condotte stradali, a costo agevolato per rispondere alle richieste di numerosi cittadini. L’intervento, nel suo complesso, è particolarmente impegnativo se si pensa che verranno posati quasi 9 chilometri di condotte per un costo ipotizzato superiore a 1.100.000€; i tempi di completamento delle opere, che verranno realizzate in tre stralci, saranno di circa 9/12 mesi dall’avvio dei lavori. La nuova rete va ad aggiungersi a quella attualmente presente sul territorio comunale di circa 45 chilometri al servizio di oltre 2650 utenti. «Con una lettera ai cittadini interessati, in questi giorni stiamo dando notizia ai potenziali utenti della rete, cosicché possano scegliere se allacciarsi o meno agli impianti che avranno comunque a disposizione. In aggiunta, faremo due incontri con la cittadinanza: il primo a Negrisia, presso l'ex-cinema, il 26 maggio alle ore 21,00 (per gli abitanti della zona e quelli del capoluogo); un secondo appuntamento sarà invece il giorno 27 maggio (sempre alle ore 21,00) presso Villa Faggiotto per i residenti delle altre frazioni - ha detto il sindaco Paola Roma - L'intento è quello di poter fornire un servizio che agevoli i nostri cittadini nella vita domestica di tutti i giorni».
 
L’intervento a Ponte di Piave –afferma il Presidente di Ascopiave, Fulvio Zugno- rientra nella politica della società di rispondere a quei comuni ove ci siano richieste di espansione per dare a tutti la possibilità di poter usufruire di servizi essenziali che attendono da tempo. Questo ci permette di continuare il percorso di sviluppo di Ascopiave che vuole rimanere il punto di riferimento energetico per il territorio”. Per le vie Todaro e IV Novembre i lavori verranno realizzati in concomitanza delle opere di sistemazione e realizzazione della pista ciclo/pedonale, in fase di avviata attuazione, in modo da limitare al massimo i disagi per i cittadini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metanizzazione a Ponte di Piave: via ai lavori per 200 famiglie

TrevisoToday è in caricamento