rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca Ponte di Piave

Ponte di Piave, un nuovo murales dedicato all'associazione Città del Vino

Il sindaco Paola Roma: "Si tratta di un nuovo tassello che va ad aggiungersi al mosaico di murales che stanno proiettando il Comune nel mondo della street art"

PONTE DI PIAVE Non c'è 2 senza 3: a Ponte di Piave è "spuntato" un nuovo murales, nel sottopasso di Via Europa, opera anche quest'ultima dell'artista Manuel Giacometti, in arte Jako. L'Amministrazione comunale ha commissionato l'opera focalizzando l'attenzione sulla rete nazionale "Città del Vino" cui il Comune di Ponte di Piave appartiene e rappresentato nel tavolo del Coordinamento Regionale dal Vice Sindaco, Silvana Boer.

L'Associazione Nazionale Città del Vino nasce a Siena nel 1987 per volontà di un gruppo di trentanove sindaci che decisero di dar vita a questo sodalizio per contribuire a rilanciare l'immagine e la qualità del vino italiano. Le Città del Vino rappresentano un itinerario attraverso l'Italia dei borghi storici, delle città d'arte, di mare o di montagna, città che hanno una storia enologica e gastronomica da raccontare. Una rete di Comuni a vocazione vitivinicola che formano insieme un circuito di alberghi, aziende agrituristiche, ristoranti, wine-bar, enoteche e cantine produttrici di vini di qualità.

"Il murales - ha dichiarato il Sindaco Paola Roma - rappresenta il logo dell'Associazione ed idealmente le molte realtà vitivinicole del nostro territorio. Si tratta di un nuovo tassello che va ad aggiungersi al mosaico di murales che stanno proiettando il Comune di Ponte di Piave nel mondo della street art. In tal modo intendiamo promuovere un percorso turistico alternativo in un'area ad alta vocazione vitivinicola caratterizzata dalla presenza di vigneti da cui nascono degli ottimi vini «Rossi» e «Bianchi» così ben rappresentanti nel murales".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte di Piave, un nuovo murales dedicato all'associazione Città del Vino

TrevisoToday è in caricamento