Cronaca

Male di vivere, imprenditore edile si toglie la vita

Comunità di Ponzano Veneto scossa da una terribile tragedia. L'uomo, sposato e padre di due bimbe di otto anni, non avrebbe avuto particolari problemi economici. Intervenuti sul posto carabinieri, vigili del fuoco e il Suem 118

Purtroppo inutile l'intervento del Suem 118

La comunità di Ponzano Veneto è scossa in queste ore da una terribile tragedia avvenuta nella mattinata di oggi, giorno dell'Epifania. Un uomo di 43 anni, titolare di un'azienda edile che gli era stata lasciata in eredità dal padre, è stato trovato morto all'interno della sua abitazione. I soccorsi, con medico e infermieri del Suem 118 ma anche vigili del fuoco e carabinieri, non hanno potuto far nulla per salvare la vita all'uomo, da tempo sofferente di depressione. In base a quanto accertato dagli investigatori, non vi sarebbero problemi di tipo economico o legati alla pendemia del Covid-19 dietro l'estremo gesto del 43enne che lascia la moglie 40enne e due bimbe di otto anni.

«Una tragica notizia -commnenta il sindaco di Ponzano Veneto, Antonello Baseggio- Un dolore immenso scuote il nostro territorio e addolora pesantemente la nostra comunità! L'intera Amministrazione è vicina alla famiglia in questo momento difficile per il quale non ci sono parole. Sono personalmente sconfortato e rattristato al solo pensare alla moglie e alle figlie alle quali questa primavera avevo portato il piccolo dono fatto dal comune per i bambini che avevano partecipato al contest "andratuttobene" di Pasqua. Mi ricordo ancora la felicità di questa famiglia».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Male di vivere, imprenditore edile si toglie la vita

TrevisoToday è in caricamento