menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cala la popolazione straniera a Monteblluna, aumentano i matrimoni civili

Il vicesindaco, Elzo Severin:"I dati presentano una fotografia della realtà montebellunese che rispecchia un andamento presente in molte cittadine nel nord Italia, e che evidenzia da un lato la diminuzione delle nascite, passando dall'altro la diminuzione del numero di stranieri residenti"

MONTEBELLUNA Si mantiene sopra i 31mila abitanti la popolazione residente a Montebelluna. Secondo i dati raccolti ed elaborati dall’ufficio anagrafe del comune, al 31 dicembre 2015 i residenti a Montebelluna erano 31.228, 15169 uomini e 16059 donne. Rispetto all’anno precedente la popolazione è calata di 104 unità. Una diminuzione dettata in parte dalla riduzione delle nascite, da un aumento delle morti ed in parte dal saldo migratorio negativo. Il rapporto tra nuovi residenti e il numero di persone che hanno lasciato la residenza montebellunese, infatti, evidenzia, un saldo di -60 sebbene in generale il numero di persone che hanno scelto di non risiedere più a Montebelluna sia diminuito di 43 unità rispetto all’anno precedente.

Il calo corrisponde ad un analogo andamento tra la popolazione straniera residente a Montebelluna, passata dalle 4101 unità del 2014 alle 3908 unità del 2015, pur attestandosi, comunque, intorno il 12-13% rispetto alla popolazione totale. La comunità straniera più rappresentata continua ad essere quella cinese con 1090 persone residenti, seguita da quella rumena e da quella marocchina.Sono aumentati invece i matrimoni, passati da 121 a 128. L’aumento è stata determinato dal maggior numero dei matrimoni civili .Si mantiene invece stabile il numero delle famiglie: 12452 nel 2014, 12495 nel 2015 di cui circa un terzo composti da un unico componente.

“I dati presentano una fotografia della realtà montebellunese che rispecchia un andamento presente in molte cittadine nel nord Italia, e che evidenzia da un lato la diminuzione delle nascite, passando dall'altro la diminuzione del numero di stranieri residenti. Colpisce soprattutto che un terzo delle famiglie siano composte da un'unica persona, elemento che impone qualche interrogativo rispetto ai possibili scenari futuri riguardo ai bisogni socio-assistenziali dei cittadini”, commenta il vicesindaco, Elzo Severin.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento