menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'indagine dei carabinieri

L'indagine dei carabinieri

Spaccio di eroina e cocaina, tredici arresti dei carabinieri tra Friuli e Veneto

Otto arresti eseguiti in flagranza nei giorni scorsi mentre le misure cautelari eseguite oggi hanno portato alla chiusura in carcere di due persone, mentre altre 3 sono state poste agli arresti domiciliari, una è soggetta all'obbligo di dimora nel comune di residenza

I Carabinieri della Compagnia di Sacile (Pordenone) hanno arrestato 13 persone nel corso di una operazione antidroga compiuta tra il Friuli Venezia Giulia e il Veneto. Dall'alba di oggi i militari dell'Arma hanno dato esecuzione a misure cautelari decise dal Gip di Pordenone nei confronti di 6 persone nelle province di Pordenone, Venezia e Padova. L'inchiesta è finalizzata al contrasto della cessione di eroina e cocaina compiuta da cittadini italiani, nigeriani e albanesi. L'indagine è stata avviata a ottobre scorso e riguarda anche le province di Treviso e Rovigo: nel corso delle verifiche erano già state arrestate 8 persone in flagranza di reato. Le misure cautelari odierne hanno portato alla chiusura in carcere di due persone, mentre altre 3 sono state poste agli arresti domiciliari; una, infine, è soggetta all'obbligo di dimora nel comune di residenza. Contestualmente sono state anche eseguite 9 perquisizioni domiciliari a carico di altrettanti soggetti coinvolti nell'indagine. I dettagli saranno resi noti in una conferenza stampa convocata per le 11 al Comando Provinciale dei Carabinieri di Pordenone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento