menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentano di rapire un bimbo al parco pubblico: la bufala scatena la psicosi

Attraverso WhatsApp diventa virale la notizia di una fantomatica una coppia che adesca minorenni utilizzando una Jaguar nera. Il sindaco di Preganziol: "Non è stato rilevato nulla di quanto segnalato ma le autorità sono comunque allertate"

PREGANZIOL "Allora, non so se faccio bene o male e se questo è il canale giusto, ma mi hanno appena detto una cosa molto grave che è successa ieri al parco giochi di Dosson ad un conoscente (quindi non è una bufala) e credo sia meglio avvisare più gente possibile... hanno tentato di rapirgli il figlio di 6 anni. Un uomo brizzolato sulla cinquantina e una donna di colore più giovane si sono avvicinati con la scusa di scattare una foto, hanno fatto avvicinare il bambino e un suo amico con il quale stava giocando alla macchina (una Jaguar scura) e hanno cercato di caricarli in macchina. Il padre, anche se in ritardo, se n’è accorto e loro sono scappati. Le forze dell’ordine sono ovviamente state avvisate."

E' questo solo uno degli allarmanti messaggi che in queste ore sta circolando su Facebook ma soprattutto attraverso WhatsApp. Da una mamma all'altra. Da un asilo all'altro. Da Preganziol a Casier. Da Treviso a Mogliano passando per Roncade. In breve una notizia diventa virale, al punto che anche ai carabinieri sono cominciate a giungere telefonate preoccupate di genitori e insegnanti che hanno letto il messaggio dal proprio smartphone e stupidamente hanno, senza verificare con le forze dell'ordine la notizia, alimentato ancora di più un allarme che non ha, ad ora, nessun fondamento. Per ora infatti di confermato c'è solo il racconto, vago e senza nessuna prova tangibile, di un bambino. A dirimere la questione ci ha saggiamente pensato, mercoledì sera, il sindaco di Preganziol Paolo Galeano.

"A seguito della segnalazione giunta nei giorni scorsi -ha scritto su Facebook il primo cittadino- presso i Carabinieri, il Sindaco e l'Amministrazione Comunale di Preganziol hanno constatato che sui social network e su WhatsApp c'è allerta, soprattutto fra le famiglie, per la notizia del presunto tentato rapimento di un minore. Sono stati prontamente interessati della questione sia i Carabineri che la Polizia Locale del Corpo Intercomunale di Casier e Preganziol, che hanno provveduto a tutti gli accertamenti del caso, non rilevando ad ora (anche dalle immagini delle telecamere di sicurezza) nulla di corrispondente o collegato a quanto segnalato. Tutte le autorità competenti sono comunque allertate: in caso di sospetti riconducibili alla segnalazione vi inbitiamo a chiamare immediatamente la Polizia di Stato e/o i Carabinieri. Grazie mille per la collaborazione!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento