menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un rubinetto aperto

Un rubinetto aperto

Finte addette del gas raggirano un anziano, in fuga con gioielli e 5mila euro

L'episodio qualche giorno fa a Preganziol in via Montegrappa. Vittima delle truffatrici un pensionato di 86 anni. Indagano i carabinieri

Anziani trevigiani sempre nel mirino di truffatori senza scrupoli. la tecnica, ormai ben conosciuta, è sempre la stessa. Si introducono con un pretesto (millantando di essere dipendenti comunali, del gas o dell'acquedotto) nelle abitazioni delle potenziali vittime, quasi sempre anziani soli, e ne approfittano per prendere denaro o preziosi. L'ultimo colpo è avvenuto nella tarda mattinata di mercoledì scorso a Preganziol, in via Montegrappa. Due donne, fingendosi dipendenti dell'azienda del gas, si sono presentate alla porta di un residente, riferendo che si era verificata in zona una pericolosa perdita di gas.

Secondo quanto riferito dal padrone di casa le finte addette del gas avrebbero vaporizzato una sostanza maleodorante all'interno di una stanza per simulare il guasto, derubando l'anziano padrone di casa vari gioielli in oro oltre ad una somma di circa 5mila euro in contanti. Il pensionato, di 86 anni, dopo la frettolosa fuga delle truffatrici, si è insospettito ed ha scoperto quasi subito di essere stato derubato. Sull'episodio indagano i carabinieri di Mogliano Veneto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento