rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Agli Innovation Days vince la bioinnovazione: Hbi è la startup trevigiana dell'anno

Doppio successo per la startup che ha vinto anche il premio messo in palio da Ascotrade. Il pubblico ha invece scelto Foodracers. Al primo classificato 2.500 euro in contanti

TREVISO Hbi, azienda che da anni sfrutta la tecnologia di conversione idrotermica per trasformare substrati vegetali di scarto in materiale Greenpeat, è la Startup Trevigiana dell’Anno. Un successo arrivato nella giornata centrale di venerdì 26 maggio ai Treviso Innovation Days (il festival organizzato da Blum e Cattolica Assicurazioni in corso fino a sabato in città) dove la giovane azienda si è aggiudicata anche il premio messo in palio da Ascotrade.

Foodracers, marketplace attivo già in 16 città italiane, che mette in relazione i clienti che vogliono ordinare a domicilio con i corrieri, disposti a ritirare dal ristorante e consegnare i piatti a casa, è stata invece l’idea che più ha convinto i presenti a Sant’Artemio (location del festival), vincendo così il premio del pubblico. Le dieci imprese innovative, selezionate da una giuria di esperti sulle 30 candidature arrivate, si sono sfidate dalla mattina alla sera il 26 maggio al complesso Sant’Artemio per aggiudicarsi il premio Startup trevigiana dell’anno. Il vincitore ha così portato a casa il primo premio di 2.500 euro messi a disposizione dall’associazione Alumni dell’Università Ca’ Foscari. Le tre startup finaliste (oltre a Hbi sono state selezionate Beon Solutions e Zulu Medical) hanno ricevuto finanziamenti a tasso agevolato messi a disposizione da Banca della Marca. Un traguardo importante che servirà di sicuro a aumentare la crescita e lo sviluppo di queste tre eccellenze trevigiane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agli Innovation Days vince la bioinnovazione: Hbi è la startup trevigiana dell'anno

TrevisoToday è in caricamento