Il premio Profilo Donna a Gribaudi per il suo ruolo in azienda e nella società

L'amministratrice unica della coneglianese Keyline a ricevuto il riconoscimento lunedì a Formigine (Modena): "La famiglia, al contrario di quanto comunemente si pensa, può essere una marcia in più anche per una donna in carriera"

Il momento della premiazione

CONEGLIANO Mariacristina Gribaudi, amministratrice unica di Keyline, ha ricevuto lunedì a Formigine (Modena) il premio internazionale Profilo Donna, diventato, negli anni, un punto di riferimento per la valorizzazione del ruolo della donna nella società e per la promozione delle pari opportunità.

Gribaudi è stata premiata per “le straordinarie capacità organizzative e manageriali” espresse alla guida dell’azienda di Conegliano, leader mondiale nella produzione di chiavi e macchine duplicatrici, e “per essere un modello di grande professionalità e ottimismo in azienda, nel mondo della cultura e per i giovani”. L’imprenditrice è salita sul palco assieme ad altre nove donne, protagoniste in vari campi a livello nazionale, tra cui anche l’atleta Giuseppina Versace.

“Ringrazio mio marito, Massimo Bianchi, e i miei figli  - ha detto Gribaudi ritirando il premio - per il supporto che mi danno nel far in modo che io possa svolgere il mio ruolo di donna, moglie e madre, negli ambienti in cui sono chiamata quotidianamente a lavorare. La famiglia, al contrario di quanto comunemente si pensa, può essere una marcia in più anche per una donna in carriera”.

MariacristinaGribaudiPremioProfiloDonna-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento