menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il carcere di Santa Bona

Il carcere di Santa Bona

Lega Nord a Santa Bona: "Basta clandestini, delinquenti in galera"

La Lega Nord di Marca presidio di fronte al carcere di Santa Bona, in occasione della mobilitazione del Carroccio contro il decreto svuotacarceri

La Lega Nord di Marca presidio di fronte al carcere di Santa Bona, in occasione della mobilitazione del Carroccio contro il decreto svuotacarceri. Gli  attivisti, uniti dallo slogan “Delinquenti in galera, basta clandestini”, protestano contro il decreto “svuota carceri”, questa settimana in corso di esame al senato, a cui la senatrice di Castelfranco Patrizia Bisinella ed i colleghi del Carroccio si sono opposti fermamente.

«Siamo dalla parte dei cittadini onesti, siamo contrari a decreti come lo “svuota carceri” e a indulti che rimettono in libertà i delinquenti – dichiara la senatrice Patrizia Bisinella al presidio - Un paese serio non affronta così il problema del sovraffollamento carcerario, ma appronta politiche vere di edilizia carceraria, utilizzando i propri immobili dismessi, e rimanda i carcerati extracomunitari a scontare la pena nei propri paesi di origine.

"Un paese serio – prosegue - dovrebbe dare garanzia di legalità e giustizia, certezza della pena, non di resa di fronte all’incapacità di risolvere il problema. Vogliamo mantenere il reato di immigrazione clandestina, perché garantisce eseguibilità alle espulsioni di chi non ha titolo di rimanere nel nostro territorio. Siamo per politiche serie di immigrazione regolare e controllata. Vogliamo far sentire e tutelare le ragioni delle vittime dei reati e dei cittadini che chiedono sicurezza e rispetto delle leggi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento