menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimbi costretti a mangiare sapone, nei guai gestori di casa famiglia

Gli ospiti di una casa di accoglienza trevigiana si sarebbero lamentati di aver ricevuto continue violenze. Ma i titolari negano le accuse

Costretti a mangiare sapone, a continue vessazioni, a rimanere in ginocchio sui sassi. Queste, secondo l’accusa, le violenze di cui si sarebbero resi responsabili i due gestori di una casa famiglia della provincia di Treviso.

La prima segnalazione, come riportano i quotidiani locali, sarebbe arrivata dall’Ulss 7. I primi a raccontare gli episodi violenti sarebbero stati dei bambini, costretti a vessazioni e a violenze fisiche e psicologiche. I motivi sarebbero da ricercare nell’aver violato le regole o aver avuto cattivi voti a scuola.

Ma i titolari negano ogni forma di accusa, sostenendo che nessuno si sarebbe mai lamentato, tra gli ospiti della casa famiglia nel corso del tempo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Attualità

Malore fatale in piazza: addio al medico-pilota Csaba Gombos

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento