Giovedì sera a Treviso arrivano 20 profughi sbarcati in Sicilia

Il Comune ha deciso di mettere a disposizione la struttura del dormitorio pubblico di via Pasubio nel quartiere Santa Maria del Sile

TREVISO - Attesi nella Marca per giovedì sera venti profughi tra quelli che sono sbarcati in questi giorni in Sicilia. Molto probabilmente saranno trasportati in aereo fino a Verona e poi saranno accompagnati in provincia di treviso. “Faccio appello ai cittadini perché prevalgano il senso di responsabilità e di comunità. Li ringrazio anticipatamente per la comprensione che sono certo sapranno dimostrare. Davanti all’emergenza è necessario intervenire con un atteggiamento concreto e costruttivo”. Queste le parole del sindaco di Treviso Giovanni Manildo appresa la notizia.

“Per far fronte all’emergenza e garantire un’assistenza temporanea abbiamo deciso di mettere a  disposizione la struttura del dormitorio pubblico di via Pasubio nel quartiere Santa Maria del Sile fino al 10 maggio, data entro la quale la Prefettura si è incaricata di trovare una diversa collocazione - dichiara l’assessore al sociale Liana Manfio - A gestire l’ospitalità sarà la cooperativa “Servire”, la stessa che durante l’inverno gestisce il servizio per i senza fissa dimora”. Il messaggio del sindaco e dell’assessore al sociale sta arrivando in queste ore nelle case dei residenti del quartiere attraverso una lettera .

“La situazione degli sbarchi che continuamente avvengono sulle nostre coste ha imposto alla Prefettura di Treviso di accogliere 20 profughi – si legge nella lettera firmata dal sindaco e dall’assessore Manfio  – La comunicazione è arrivata ieri sera e stanotte, 10 aprile, quelli destinati a Treviso giungeranno all’aeroporto di Verona. L’urgenza del problema ha reso necessario da parte nostra assumerci il carico della collaborazione per l’ospitalità temporanea. Ed è questo il motivo per cui ci rivolgiamo a voi innanzitutto per comunicarvi l’arrivo dei 20 profughi e anche per ringraziarvi fin d’ora per la comprensione. Precisiamo che abbiamo accettato questa incombenza in quanto la Prefettura si è impegnata a trovare una diversa collocazione per i profughi entro il 10 maggio”.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Fondi di caffè: non gettarli, ti sorprenderanno!

Torna su
TrevisoToday è in caricamento