menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza profughi, Zaia chiede incontro al Prefetto di Venezia

Il Governatore del Veneto a fronte delle assegnazioni ha chiesto un vertice al Prefetto Cuttaia continuando a ribadire la propria contrarietà

VENEZIA Con una lettera al Prefetto di Venezia Domenico Cuttaia, il Presidente della Regione del Veneto ha chiesto formalmente, “in relazione allo straordinario afflusso di cittadini stranieri” la convocazione di “un vertice urgente per fare il punto della situazione a livello regionale sullo stato d’accoglienza degli immigrati e sui reali livelli di presenza in ambito territoriale”. Continua a far discutere l'assegnazione di migliaia di migranti al Veneto, di cui duecento alla provincia di Treviso. Alcuni destinati alla Marca hanno trovato ospitalità in strutture della Caritas di Treviso, altri a Vittorio Veneto, per altri ancora è stata aperta la caserma Salsa, non senza polemiche. Nel Veneziano, invece, 54 sono stati accolti in un residence a Eraclea ma sarebbero destinati ad aumentare. Non manca anche in questo caso la preoccupazione del sindaco.

Nella missiva, il Governatore scrive tra l’altro. “ribadendo la mia ferma e totale contrarietà ai modi e ai tempi di gestione di tale emergenza sia a livello nazionale che a livello locale, urge comunque avere esatta contezza di quanto sta accadendo sul territorio dell’intera Regione, con riferimento agli immigrati già accolti dalle varie comunità locali, dagli operatori del privato sociale o da singoli cittadini, e con riferimento anche a quelli che in queste ore si sta programmando di allocare secondo modalità non del tutto convenzionali e sui quali occorre fare chiarezza, a causa dei numeri assunti da fenomeno migratorio che è in atto”.

Per le vie brevi, inoltre, al fine di assicurare alla Regione e alle comunità locali un’adeguata informazione, è stato chiesto perentoriamente  alla Prefettura di fornire in tempo reale costanti informazioni su ogni attività di allocazione sui territori veneti e di garantire un puntuale e analitico flusso informativo sugli immigrati e sui profughi destinati al Veneto, precisandone nazionalità, identità, condizione giuridica ed esatta dislocazione territoriale. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento