Confermata l'edizione 2016 "Aziendaperta": i ragazzi in contatto con le imprese

Presto una task force tra comuni, associazioni di categoria e scuola per aiutare le giovani imprese a partecipare ai bandi di finanziamento

MONTEBELLUNA Un momento di riflessione e condivisione sul tema del lavoro, questo il tema affrontato nel corso dell'incontro tra i rappresentanti dell’Intesa Programmatica d’Area Montello-Piave-Sile. Nel corso della seduta è stato approvato il rifinanziamento del progetto AziendAperta, condotto dal Comune di Trevignano in qualità di capofila, con 20mila euro.

Nata per creare delle occasioni di orientamento per i giovani, AziendAperta mette i ragazzi in contatto con le imprese, permettendo loro di capire come funziona un’azienda, quali capacità richiede e quali siano le opportunità offerte dal mercato del lavoro locale. Le aziende, invece, hanno l’occasione di farsi conoscere e incontrare giovani motivati e intraprendenti. Per i comuni, invece, il progetto rappresenta uno strumento per intercettare, in rete con altre amministrazioni del territorio, i bisogni dei giovani e poter offrire una risposta innovativa ed efficace.

“La scelta di confermare l'adesione al progetto – spiega il presidente dell'Ipa e sindaco di Montebelluna, Marzio Favero - arriva dopo i positivi risultati ottenuti nel corso del primo anno di attività durante e a cui hanno aderito oltre 50 imprese del territorio, 9 associazioni di categoria e circa duecento giovani tra i 16 ed i 35 anni. I risultati prodotti sono stati valutati positivamente nella consapevolezza che non bastano un approccio manageriale e lezioni accademiche per trasmettere ai giovani cosa significa lavorare in impresa, ma, oggi più di un tempo, conta il contatto diretto e l'esperienza sul campo per diventare protagonisti del proprio futuro professionale”.

Si è proceduto nel corso della seduta inoltre, ad una verifica dei progetti paralleli del Comune di Crocetta del Montello e di Montebelluna per sensibilizzare le imprese a favorire il recupero di lavoratori. Altro importante contributo è quello dato dalla Confartigianato di Asolo-Montebelluna attraverso i progetti di sostegno alle start-up e al trasferimento di imprese attraverso canali non familiari.

“Su questo ambito avremo presto delle novità significative – prosegue il sindaco Favero - vi è infatti l'intenzione di attivare una task force composta dagli enti comunali, la scuola e le associazioni di categorie allo scopo di aiutare le start up di impresa o le azioni di filiera aziendale i vista dell'apertura di nuovi bandi europei di finanziamento a favore delle piccole e medie imprese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Corre in strada nuda e insanguinata: i residenti chiamano la Polizia

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento