rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Fa esplodere un proiettile trovato in strada: 17enne rischia di perdere l'occhio

I medici dell'ospedale Ca' Foncello hanno salvato la vista ad un ragazzo residente nella Marca. Una frammento del proiettile di una scacciacani gli si era conficcato a pochi millimetri dal bulbo oculare

Tragedia sfiorata per un 17enne residente nella Marca che, dopo aver trovato e raccolto il proiettile di una pistola scacciacani mentre camminava con amici, ha provato a farlo esplodere in un garage colpendolo con un martello. Un frammento di metallo di circa un centimetro ha colpito all’occhio sinistro il giovane, fermandosi a pochi millimetri dal bulbo oculare.

Portato in pronto soccorso, il ragazzo è stato immediatamente sottoposto agli accertamenti del caso: verificata la normale capacità visiva, i medici hanno deciso di far trascorrere una decina di giorni prima di intervenire. Il delicato intervento chirurgico è stato effettuato, nelle scorse settimane, da due équipe specialistiche dell’ospedale Ca' Foncello, quella di chirurgia maxillo facciale, diretta dal dottor Luca Guarda Nardini, e quella di oculistica, diretta dal dottor Giuseppe Scarpa. Il dottor Mirko Ragazzo (chirurgo maxillo facciale) e la dottoressa Sara Trainiti (oculista) hanno condotto l’intervento con la rimozione del frammento metallico, constatando che il bulbo aveva mantenuto la sua completa integrità e non aveva, fortunatamente, subito danni. Il ragazzo al risveglio ha riferito una capacità visiva normale, mantenuta anche successivamente. «Il giovane ha ammesso di essere stato particolarmente fortunato e di aver commesso un’ingenuità che poteva avere conseguenze irreparabili - concludono i medici che hanno effettuato l’intervento - Il ragazzo ha invitato tutti a evitare comportamenti come il suo». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa esplodere un proiettile trovato in strada: 17enne rischia di perdere l'occhio

TrevisoToday è in caricamento