Cronaca

Pronto soccorso di Treviso: oltre 11mila bambini all'anno

 Il Direttore generale Giorgio Roberti ha firmato la delibera di affidamento dell’incarico "Ps a misura di bambino" a tre infermieri pediatrici

TREVISO Sono 11.000 i bambini che ogni anno accedono al “Pronto soccorso a misura di bambino” dell’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Di questi, 1.500 sono seguiti dalla struttura anche con osservazione breve intensiva (OBI). I numeri confermano l’intuizione del progetto realizzato nel 2012 grazie alla sinergia con l’Associazione per Mio Figlio. Progetto che – a conclusione del triennio iniziale - ora prosegue e si radica con l’affidamento degli incarichi, a conclusione della selezione, ai tre infermieri pediatrici da parte del Direttore generale. Il Direttore generale Giorgio Roberti ha firmato la delibera di affidamento dell’incarico a tre infermieri pediatrici, confermando così la prosecuzione del servizio e l’avanzamento del progetto che, nato grazie alle sinergie con volontariato e la rete di benefattori che da anni sostiene la Pediatria trevigiana, e che ora prosegue anche col contributo che Veneto Banca garantisce nell’ambito del contratto di tesoreria.

Il “Pronto soccorso a misura di bambino” dell’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso è attivo dal 2012.  Nasce grazie alla sinergia tra l’Azienda Ulss 9 ed il Consorzio per mio Figlio che ha contribuito all’opera con 500.000 Euro. Garantisce ai piccoli pazienti, nei casi di emergenza ed urgenza, spazi e personale dedicati. L’accesso del bambino avviene attraverso il Pronto Soccorso Generale. Il  Pronto Soccorso Pediatrico è attivo 24 ore su 24, 7 giorni la settimana, in una specifica area della Pediatria. Comprende: 1 ambulatorio attrezzato per la stabilizzazione; 2 ambulatori per visite ‘ordinarie’ ed interventi infermieristici; 1 area per triage pediatrico; 1 area di letti per Osservazione Breve Intensiva; 1 area di attesa. Tutti gli ambienti sono dotati delle attrezzature più moderne necessarie. Sarà prevista la presenza di: 1 medico dedicato H24; 2 infermieri 8.00-20.00, 1 infermiere 20.00-08.00, dedicati H24; 1 figura di supporto H24.

Degli 11.000 bambini accolti dal servizio, nell’75% dei casi la dimissione avviene dopo la visita ed altri accertamenti clinici, nel 10% e’ richiesto il ricovero, per i rimanenti si rende necessario un periodo di Osservazione Breve Intensiva che può arrivare fino alle 24 ore. La metà dei bambini interessati ha meno di 3 anni. Il totale dei bambini accolti dal Ca’ Foncello in emergenza o urgenza è di 15.000; circa 4000, infatti, richiedono l’intervento di altri reparti come, ad esempio, Ortopedia o Neurochirurgia. “Il Pronto soccorso a misura di bambino – sottolinea Il Direttore generale Giorgio Roberti - è un importante traguardo, raggiunto e mantenuto grazie alla forte motivazione professionale del personale e la partecipazione di importanti collaborazioni. La crescente complessità di questo tipo di assistenza ed i flussi di attività così elevati rendono necessario mantenere il percorso di urgenza ed emergenza dedicato ai piccoli pazienti. Sono grato ai sostenitori della Pediatria di Treviso che ancora una volta hanno aderito con entusiasmo ai nostri progetti e continuano a condividere il nostro impegno nell’umanizzazione dei nostri ospedali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto soccorso di Treviso: oltre 11mila bambini all'anno

TrevisoToday è in caricamento