Cronaca

Prezzo del prosecco resta invariato nonostante i costi di produzione

Non aumenteranno i costi delle uve del prosecco anche se, come fanno sapere i viticoltori, quest'anno per produrre si è lavorato il doppio

Nessun aumento di prezzo delle uve per il prosecco. A stabilirlo è il tavolo di concertazione riunitosi nella sede del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore a cui hanno partecipato tutte le associazioni di categoria. La scelta di mantenere i prezzi invariati sarà quest'anno particolarmente coraggiosa dal momento che l'andamento climatico primaverile, caratterizzato da basse temperature e abbondanti piogge, ha costretto i produttori ad un lavoro quasi doppio in vigneto per garantire il raccolto.

LE PROSPETTIVE PER LA VENDEMMIA

L' intera filiera del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, tuttavia, è consapevole che in questi anni è stato raggiunto un apprezzamento ottimale delle uve e l'obiettivo è mantenere e consolidare le posizioni, non speculare sul successo. "Siamo consapevoli - ha detto il presidente del Consorzio di Tutela Innocente Nardi - che il consumatore oggi non può sopportare rincari dei prezzi e abbiamo deciso di ridurre il guadagno di tutte le categorie per confermare la sua fiducia".

In generale i prezzi saranno invariati rispetto al 2012, ma ciò che è stato riconosciuto è la necessità di mantenere un valore superiore per le aree di viticoltura estrema, le Rive più ripide, punta di diamante per la denominazione. Per la vendemmia si dovrà attendere il 15 settembre per Conegliano, cui seguirà, a circa una settimana di distanza, la zona di Valdobbiadene. La qualità si preannuncia molto buona grazie all'andamento climatico ottimale dell'estate, calda e asciutta cadenzata dalle giuste precipitazioni, mentre le giornate fresche e soleggiate di fine agosto ed in inizio settembre, con buone escursioni termiche, presagiscono un'ottima aromaticità delle uve.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezzo del prosecco resta invariato nonostante i costi di produzione

TrevisoToday è in caricamento