menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche la senatrice Bisinella con gli imprenditori veneti a Roma

«Ho avuto modo di confrontarmi con rappresentanti locali degli artigiani e dei commercianti - dichiara la senatrice Patrizia Bisinella - Quello che chiedono è di avere un governo che non li tratti più come il bancomat d'Italia«

TREVISO  – Anche la senatrice trevigiana della Lega Nord Patrizia Bisinella, insieme ad altri parlamentari del partito, ha partecipato alla manifestazione di Rete Imprese Italia di questa mattina in piazza del Popolo a Roma, dove ha incontrato rappresentanti trevigiani della associazioni di categoria coinvolte.

«Ho avuto modo di confrontarmi con rappresentanti locali degli artigiani e dei commercianti – dichiara la senatrice Patrizia Bisinella – Quello che chiedono è di avere un governo che non li tratti più come il bancomat d’Italia. Sono stanchi di essere spremuti  come limoni. Bisogna che a questa manifestazione seguano fatti concreti, il nuovo governo deve mettere al primo posto le piccole e medie imprese, che costituiscono il tessuto produttivo del Nordest».

Erano in tanti in piazza, circa sessantamila secondo gli organizzatori. «Se sono scesi in piazza in così tanti vuol dire che sono arrivati veramente al limite – afferma la parlamentare di Castelfranco – In Italia, ormai, lavorare è diventato impossibile».

In riferimento alla formazione del nuovo governo, la senatrice del Carroccio auspica che non manchi una rappresentanza del Veneto. «Ci auguriamo che all’interno del nuovo esecutivo ci siano dei ministri veneti – dice Bisinella – La regione che, insieme alla Lombardia, tiene in piedi il sistema, non può non avere dei ministri. Siamo una regione che ha bisogno ci sia finalmente un ritorno in termini economici rispetto al massiccio contributo che viene corrisposto ogni anno allo Stato in termini di tasse versate,  servono infrastrutture efficienti ed investimenti per il rilancio dell’economia. A livello parlamentare, coerentemente con quanto proposto fino ad oggi, continueremo a darci da fare affinché sia fattiva l’azione del governo: purtroppo gli esecutivi Monti e Letta hanno dato ad artigiani, commerciaNti e piccole imprese il colpo di grazia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Attualità

Decreto riaperture, la bozza: «Il coprifuoco resta alle 22»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento