Cronaca

Scandalo collette alimentari a Ponzano: Forza Nuova protesta

Dopo la notizia che una Onlus trevigiana rivendeva a diversi negozianti il cibo ottenuto grazie alla solidarietà, FN è intervenuta per dire la sua

Un'immagine della protesta

PONZANO VENETO - Non si placano le proteste nel trevigiano. In seguito alla notizia riguardante una nota organizzazione ONLUS di Ponzano Veneto, la "Mano tesa per aiutare", la quale aveva come scopo sociale quello di raccogliere generi alimentari di prima necessità per distribuirli ai cittadini bisognosi, la sezione trevigiana di Forza Nuova ha deciso di compiere un’azione forte. A loro dire il motivo di quest’atto è che l’associazione, o meglio la finta società priva di scopi di lucro, aveva come primo obiettivo il guadagno poiché ricevendo dai cittadini più disponibili alimenti gratuitamente, questi erano rivenduti a ristoranti della zona.

"Forza Nuova- asserisce il segretario cittadino Matteo Pasqualato - ritiene inaccettabile che associazioni riconosciute a un livello così alto abbiano l’occasione di creare un business sulle situazioni sfavorevoli altrui. Per questo motivo nel tardo pomeriggio di domenica abbiamo deciso di “attaccare” la loro sede con uno striscione. Abbiamo sempre guardato con stima ad associazioni che cercano di aiutare il prossimo in difficoltà – continua Pasqualato – ma di fronte ad una situazione così grave non possiamo che essere colpiti da un immane sdegno".

Lo striscione recitante “Mano tesa per lucrare” è stato appeso presso gli ingressi della sede dell’associazione e "Nel caso questa finta ONLUS non venga definitivamente chiusa, o quantomeno rifondata nel suo assetto societario, continueremo la nostra battaglia verso chi guadagna dalla bontà di alcuni e dalla situazione precaria di altri" conclude Forza Nuova Treviso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo collette alimentari a Ponzano: Forza Nuova protesta

TrevisoToday è in caricamento