rotate-mobile
Cronaca Quinto di Treviso

Gestore di bar e pub e grande tifoso milanista: addio a Claudio Rosin

Nel maggio 2019 era andato in pensione dopo aver ceduto il bar River cafè di viale della Repubblica. Nella sua carriera spicca la creazione del River side di via Roma, tra i primi locali in stile british negli anni '90 a Treviso. A stroncarlo a 75 anni un ictus e un'emorragia celebrale

Nel maggio 2019, dopo quarant'anni di onorato servizio dietro al bancone dei tanti locali gestiti nella Marca e non solo, nel corso della sua lunga carriera, aveva deciso di andare in pensione, cedendo il River cafè di viale della Repubblica, vero e proprio punto di riferimento per i nottambuli trevigiani. Nella notte tra sabato e domenica è stato stroncato da un ictus e da una conseguente emorragia celebrale, sopraggiunti dopo un intervento all'anca, a cui si era sottoposto venerdì scorso al Ca' Foncello di Treviso. Lutto nel mondo della ristorazione trevigiana per la scomparsa di Claudio Rosin, mancato all'età di 75 anni: nato a Venezia, da alcuni anni viveva a Quinto di Treviso (dove dovrebbe svolgersi il funerale, non ancora fissato) con la moglie Rodica (ed il figlio Artur). Lascia anche i figli Rosi, Sonia e Paolo.

Dal 2000 fino alla pensione Rosin ha gestito il "River cafè" (rilevato quando ancora si chiamava "Scaramacai" e oggi guidato da una famiglia di origini cinesi) ma in precedenza ha gestito e avviato locali a Treviso, dove è conosciutissimo, ma anche a Belluno, Caorle, Jesolo, Lignano e Firenze. La sua impresa più nota è senza dubbio il pub "River side" di via Roma, il primo pub in stile british nato in città e uno dei pochissimi locali in cui, tra gli anni '90 e i 2000 gli appassionati di calcio potevano seguire, ai tempi delle prime pay tv, anticipi e posticipi della serie A e la Champions tra una birra e l'altra. In precedenza Rosin aveva avviato, nel 1982, il pub San Vito nell'omonima piazza, il Food show La Loggia in piazza dei Signori (dove ora sorge "Da Pino") ed è stato presidente del Milan club Treviso, tra i primi nella Marca. Tra le imprese avviate spicca anche un negozio di abbigliamento sempre in via Roma, il "Nuovo stile", ma anche una gastronomia in viale IV novembre. Claudio avrebbe compiuto 76 anni il prossimo 22 luglio. Ai suoi figli e a Rodica va l'affettuoso abbraccio della redazione di Trevisotoday.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestore di bar e pub e grande tifoso milanista: addio a Claudio Rosin

TrevisoToday è in caricamento