rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Raccolta 10+ a Treviso con il Giro d'Italia

La quarta edizione di "Raccolta 10+" fa tappa a Treviso: arrivano, insieme al Giro d'Italia, l'isola ecologica e il decalogo della raccolta differenziata di qualità

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il Giro d’Italia si ferma a Treviso e porta con sé  la quarta edizione di “Raccolta 10+, Le Giornate del Riciclo e della Raccolta Differenziata di Qualità”, promossa da  CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi, quest’anno  partner ufficiale del Giro d’Italia.

Raccolta10+ si tinge di rosa, dunque, e porta nelle 21 tappe il Decalogo della Raccolta Differenziata di Qualità per spiegare a oltre 10 milioni di cittadini, tanti sono gli appassionati che seguiranno il Giro, come sia possibile, attraverso 10 semplici regole, fare una buona raccolta differenziata degli imballaggi, migliorando i risultati di riciclo.

E per coinvolgere ancor di più tutti gli spettatori del Giro e consentire loro di mettere in pratica comportamenti virtuosi, il Consorzio ha costruito l’Isola Ecologica: uno spazio innovativo allestito nei villaggi d’arrivo e appositamente attrezzato, dove sarà possibile differenziare gli imballaggi di acciaio, alluminio, carta, legno plastica e vetro.

Così, per la prima volta, il Giro d’Italia oltre che rosa sarà anche “verde”. L’Isola Ecologica sarà anche un importante luogo d’incontro dove sarà distribuito il “Decalogo della Raccolta Differenziata di Qualità”, e sarà possibile giocare a  Re-cycling, il videogioco appositamente ideato per l’evento, grazie al quale sarà possibile provare l’esperienza unica del Giro d’Italia e verificare l’abilità nel riconoscere e separare correttamente i diversi imballaggi.

Sarà possibile giocare al videogioco anche online sul sito www.raccolta10piu.it dove, oltre al decalogo, sarà possibile trovare tutte le informazioni relative alle tappe e al concorso abbinato al Giro: chi giocherà da casa con Re-cycling potrà vincere ogni giorno la maglia rosa ufficiale. Si potrà accedere anche attraverso le App per smartphone o per tablet, scaricandola dall'App Store o da Google Play. Ancora, sarà possibile seguire la partecipazione di CONAI al Giro anche sulla pagina Facebook dedicata che racconterà, attraverso una galleria fotografica e numerosi post, i momenti più divertenti dell’evento.

Ma come sono gli abitanti della provincia di Treviso in termini di attenzione all’ambiente? I risultati sono decisamente positivi: i cittadini della provincia di Treviso hanno raccolto in modo differenziato lo scorso anno circa 75.000 tonnellate di rifiuti di imballaggio, corrispondenti a 86 kilogrammi per abitante, garantendo così ai Comuni convenzionati un corrispettivo di 8,3 milioni di euro riconosciuto dal Sistema Consortile sulla base dell’Accordo quadro ANCI-CONAI.

Proviamo a visualizzare questi numeri in modo “verde”: grazie ai comportamenti virtuosi degli abitanti che hanno fatto una vera Raccolta di Qualità, si è evitata, in tutta la provincia e per il solo 2012, la collocazione di  437.470 cassonetti di rifiuto indifferenziato. Mettendoli in fila, si coprirebbe una distanza di 787 km, pari a 6,2 volte la tappa Longarone-Treviso. La maglia rosa diventa sempre più “verde” per gli abitanti di Treviso!

In 15 anni di attività di CONAI,  il recupero dei rifiuti da imballaggio è aumentato del 132%: nel 2012, 3 imballaggi su 4 sono stati recuperati, erano 1 su 3 nel 1998.

Nell’ultimo triennio, infatti, la quantità di rifiuti da imballaggio conferiti al Sistema Consortile è cresciuta del 4,4%, attestandosi - nel 2012 - su 3,2 milioni di tonnellate raccolte.

Sempre nel 2012, secondo i dati preliminari, il riciclo degli imballaggi è stato del  64% dell’immesso al consumo, per circa la metà dovuto alla gestione diretta del Sistema Consortile. Il recupero complessivo di imballaggi ha invece raggiunto la percentuale del 73,8%, equivalente a 8,2 milioni di tonnellate recuperate su un totale di 11,2 milioni di tonnellate immesse al consumo.

Prosegue anche quest’anno l’azione di sensibilizzazione di CONAI sull’importanza di migliorare la qualità della raccolta differenziata – ha affermato Roberto De Santis, Presidente CONAI. Differenziare correttamente gli imballaggi non è un’azione fine a se stessa, ma un modo concreto per fare ottenere al proprio Comune maggiori corrispettivi economici , oltre che una condizione indispensabile per migliorare il riciclo. Come dimostrano i dati economici, la filiera della raccolta e del riciclo degli imballaggi è un settore che ha generato negli ultimi 15 anni circa 37 mila posti di lavoro incrementali”.

Il miglioramento della qualità della raccolta differenziata, inoltre, può fare la differenza anche in termini economici traducendosi in maggiori corrispettivi messi a disposizione dei Comuni da parte del Sistema Consortile nell’ambito dell’Accordo Quadro ANCI-CONAI che promuove la raccolta differenziata di qualità. Secondo una stima CONAI, un comune di 100.000 abitanti, con una raccolta differenziata complessiva intorno al 45%, in prima fascia di qualità per la raccolta di tutti gli imballaggi, può arrivare a ricevere corrispettivi pari a circa 1 milione di euro, quattro volte l’importo che percepirebbe se la qualità degli imballaggi differenziati fosse nell’ultima fascia di qualità. Allo stesso modo un comune di 1 milione di abitanti potrebbe arrivare a ricevere corrispettivi pari a circa 10 milioni di euro. Nel 2012 il corrispettivo versato dal Sistema Consortile ai Comuni convenzionati ha segnato un incremento del 4,5%, con oltre 312 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta 10+ a Treviso con il Giro d'Italia

TrevisoToday è in caricamento