Cronaca

Ascotrade con le penne nere al raduno triveneto

Batte forte “il cuore di una straordinaria energia”. Ancora una volta Ascotrade ha scelto di sostenere gli Alpini, con i quali condivide ideali e impegno, in un momento di festa che avvicina tutta la collettività

VITTORIO VENETO Dopo la bellissima esperienza con l’Adunata del Piave, nel 2017, ancora una volta Ascotrade sottolinea il proprio legame con il territorio sposando un’iniziativa degli Alpini, già partner d’eccezione per la Colletta Alimentare che ha avuto luogo nelle scorse settimane nei supermercati Maxì del Triveneto. Una collaborazione “su più fronti” che vuole sottolineare come l’azienda di Pieve di Soligo, il cui core business è la vendita di gas ed energia elettrica, abbia una forte responsabilità sociale. Un legame importante, un impegno che Ascotrade condivide con gli Alpini insieme a temi quali il sostegno al territorio e la vicinanza alle fasce deboli della società.  

Per questo, congiuntamente alla partnership per il Raduno Triveneto, Ascotrade ha voluto abbinare due momenti di solidarietà: la colletta alimentare dedicata alle famiglie in difficoltà, che nelle scorse settimane ha raccolto oltre 15 tonnellate di alimenti donati al Banco Alimentare e all’associazione Veneti schiacciati dalla crisi, e la raccolta fondi insieme ad AIPD.

La collaborazione con AIPD Come già successo nel 2017, anche in occasione del raduno di Vittorio Veneto, Ascotrade  ha allestito uno stand che ospita l’Associazione Italiana Persone Down della Marca Trevigiana. I ragazzi AIPD presenti allo stand raccoglieranno fondi per i loro progetti grazie alla solidarietà del pubblico presente all’evento. Un’esperienza che in passato ha dato grandi soddisfazioni: nel 2017 la raccolta fondi dell’Adunata di Treviso ha permesso di raccogliere circa 2.500 euro. Tante le donazioni dei visitatori che hanno ricevuto in cambio il braccialetto Ascotrade “il cuore di una straordinaria energia” in ricordo dell’Adunata.

I fondi del 2017 sono serviti per un importante progetto di ricerca sui processi cognitivi del bambino con sindrome di Down. A svolgere le operazioni di raccolta e a promuovere i progetti di AIPD, i ragazzi con sindrome di Down seguiti dal personale e dai volontari dell’Associazione, che hanno interagito con il pubblico, proposto il gadget e raccolto il denaro utile alla causa, dimostrando la propria capacità di lavorare in piena autonomia.  Anche in questo fine settimana i ragazzi AIPD, insieme al personale e ai volontari dell’Associazione, accoglieranno il numeroso pubblicodella manifestazione presso lo stand Ascotrade. Saranno gli stessi ragazzi ad occuparsi di raccogliere i fondi utili ai progetti futuri, grazie all’inesauribile energia della solidarietà.

Stefano Busolin presidente Ascotrade allo stand_preview-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascotrade con le penne nere al raduno triveneto

TrevisoToday è in caricamento