Cronaca

Ragazzo 16enne tenta il suicidio in casa: devono intervenire i militari

L'episodio venerdì pomeriggio a Conegliano, in un'abitazione di Monticella. Grazie all'intervento dei carabinieri è stato evitato il peggio

CONEGLIANO - Prima si è barricato nel terrazzo di casa, poi ha cercato di togliersi la vita tagliandosi i polsi con un coltello che aveva con sè. Inutile ogni tentativo di farlo desistere da parte della madre, tanto che è stato necessario l'intervento dei carabinieri per evitare il peggio.

Come riporta "il Gazzettino", il fatto è avvenuto venerdì pomeriggio a Conegliano nel quartiere Monticella all'interno di un palazzo della zona. Per motivi ancora al vaglio degli inquirenti infatti, un ragazzo di 16 anni ha improvvisamente deciso di raggiungere il terrazzo di casa chiudendo la serratura dall'esterno, impedendo quindi alla madre di raggiungerlo. Nel frattempo però il giovane aveva trafugato dalla cucina due coltelli e con quelli ha iniziato a tagliarsi le vene dei polsi per farla finita.

Inutile ogni tentativo della signora di farlo desistere, tanto che è stata costretta a richiedere l'intervento delle forze dell'ordine di Conegliano che in breve tempo sono giunte sul posto. Fin dal loro arrivo i militari hanno cercato di far rinsavire il ragazzo, ma vedendo che ogni tentativo era vano lo hanno allontanato con una scusa dal parapetto del terrazzo e poi sono riusciti ad afferrarlo e bloccarlo. A quel punto, grazie all'intervento del Suem 118, è stato trasportato all'ospedale più vicino per essere medicato e solo nella prima mattinata di sabato è stato dimesso essendo fortunatamente fuori pericolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo 16enne tenta il suicidio in casa: devono intervenire i militari

TrevisoToday è in caricamento