menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiedono di controllare la caldaia di casa: due persone allontanate da coppia di 90enni

Si erano presentate in finta divisa alla porta di casa chiedendo con insistenza di poter entrare, ma i due anziani non si sono fatti raggirare e hanno chiamato subito il figlio

TREVISO E' successo sabato mattina nella zona di Santa Bona: un uomo ed una donna in (finta) divisa, asserendo di essere stati inviati dal Comune, hanno suonato alla casa di due coniugi novantenni chiedendo informazioni sulla regolarità della caldaia. I due anziani, dopo aver spiegato ai due soggetti di averla cambiata da poco e che tutto era a norma di legge, sono stati nuovamente sollecitati ad aprire la porta per consentire la verifica diretta in casa. 

A quel punto i coniugi, insospettiti, hanno allontanato con fermezza i due ed hanno chiamato il figlio per segnalare l'accaduto. La Polizia Locale raccomanda di non aprire mai a persone sconosciute se non si è sicuri della loro identità. Si ricorda inoltre che nessun ente manda personale a casa per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per sostituire banconote false date erroneamente o altro. Solitamente le aziende pubbliche, se devono effettuare dei controlli nelle abitazioni, mandano un avviso qualche giorno prima. Per qualunque problema e per chiarire qualsiasi dubbio, non esitare a chiamare il 112 o la Polizia Locale al numero 0422 301140. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento