rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Santa Bona / Viale Luigi Luzzatti

Colpo in banca nel 2011, chiuso il cerchio sui rapinatori con parrucca

La polizia è riuscita ad identificare i quattro malviventi che si erano introdotti alla Popolare di Vicenza di viale Luzzatti nel giugno 2011

Concluse le indagini da parte della squadra mobile della Questura di Treviso, grazie alle quali si è potuto chiudere il cerchio sugli autori della rapina alla banca Popolare di Vicenza in viale Luzzatti a Treviso, che risale al 10 giugno 2011. In totale i rapinatori erano quattro, tre si erano introdotti nell’istituto di credito e uno faceva da autista.

IL PRIMO ARRESTO

Un primo risultato importante era stato ottenuto a giugno 2013 con l’arresto di uno dei malviventi che aveva sbadatamente perso un cerotto. Dal successivo esame del dna, gli agenti erano riusciti a identificarlo e rintracciarlo, rinvenendo in casa sua un coltello in ceramica, le parrucche utilizzate per la rapina e una pistola. Grazie all’analisi dei tabulati telefonici e a un’indagine durata due anni, la polizia è riuscita a risalire anche gli altri tre responsabili: due fratelli, S.C. e A.C., di 57 e 54 anni, entrambi di origini mantovane, come il primo arrestato, M.B., classe 1951 e, infine, S.G., classe 1953 di origini siciliane ma residente a Modena, tutti pregiudicati per rapine.

Si tratta di un gruppo molto consolidato, all’epoca il bottino è stato di circa 15 mila euro. Aveva fatto scalpore il colpo, i quattro si erano travestiti utilizzando parrucche e finti baffi per evitare di essere riconosciuti. I tre ora saranno rinviati a giudizio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo in banca nel 2011, chiuso il cerchio sui rapinatori con parrucca

TrevisoToday è in caricamento