Cronaca

Casale sul Sile: preso a pugni e rapinato in casa, un arresto

Un uomo di 51 anni di Quarto d'Altino (Venezia) è finito in manette domenica dopo una rapina ai danni di un 48enne che sembra essere un suo conoscente

CASALE SUL SILE Quell’uomo lo conosceva bene, sapeva dove abitava. Ha deciso di andarlo a trovare ma la sua non era proprio una visita di piacere, anzi, tutt’altro. Dietro c’era l’intenzione di rapinarlo. E infatti un uomo di 51 anni di origini piemontesi ma residente a Quarto d’Altino, nel Veneziano, domenica pomeriggio ha preso a pugni un 48enne di Casale sul Sile dopo essersi introdotto in casa sua e averlo derubato.

Il 51enne, però, disoccupato e già con precedenti di polizia, non ha fatto caso al fatto che all’esterno dell’abitazione in via Bonisiolo ci fossero i carabinieri ad aspettarlo. Il padrone di casa, infatti, lo aveva notato mentre scavalcava la recinzione e aveva immediatamente lanciato l’allarme facendo intervenire i militari sul posto.

Una volta che il 51enne è entrato nell’abitazione per impossessarsi di alcuni oggetti, sorpreso dal proprietario lo ha colpito con un pugno in testa per poi tentare di dileguarsi. Appena uscito, ad aspettarlo c’erano gli uomini dell’Arma pronti a stringergli le manette ai polsi. L’uomo, oltre ad essere accusato di rapina impropria, è stato anche denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere in quanto all’interno dello zaino che aveva con sé nascondeva un coltello a serramanico. Mentre il 51enne è stato accompagnato a casa sua a Quarto d’Altino in regime di arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima di martedì, il malcapitato trevigiano si è fatto medicare all’ospedale. Ha riportato una lieve lesione al capo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casale sul Sile: preso a pugni e rapinato in casa, un arresto

TrevisoToday è in caricamento