rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Rapina un coetaneo di un cellulare: stangato un 22enne di San Polo di Piave

Un anno e quattro mesi di reclusione la pena inflitta dal giudice: con la scusa di dover mandare un sms a una ragazza, il giovane si è impossessato del Nokia Lumia 800 di un suo amico

TREVISO Un anno e quattro mesi e 700 euro di multa per aver rapinato un coetaneo di un cellulare. E' costata davvero cara una bravata messa a segno in pieno centro a Treviso a un 22enne marocchino residente a San Polo di Piave.

I fatti contestati risalgono al 28 agosto 2014. L'imputato, con la scusa di dover inviare un sms a una ragazza, aveva chiesto in prestito il Nokia Lumia 800 della vittima. Una volta ottenuto il cellulare, il 22enne ha tentato di dileguarsi venendo inseguito dal coetaneo che gli chiedeva di restituirgli il cellulare.

Per tutta risposta il 22enne non solo ha accelerato il passo, ma una volta raggiunto ha spintonato l'amico, gli ha messo le mani in faccia e lo ha minacciato: “Se non stai fermo o tu o il cellulare finite in acqua”.

I due si trovavano nei pressi di Ponte San Martino, a due passi dal McDonald's. La vittima, di fronte alle insistenze del 22enne ha desistito ma ha subito sporto denuncia, spedendo il 22enne a processo. Nonostante l'incensuratezza, il giudice ha accolto le richieste del pm condannando l'imputato a un anno e quattro mesi di reclusione per essersi impossessato di quel cellulare.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina un coetaneo di un cellulare: stangato un 22enne di San Polo di Piave

TrevisoToday è in caricamento