rotate-mobile
Cronaca

Ruba in un negozio e per scappare cerca di investire una vigilante: arrestato

E' successo ai "Giardini del Sole" di Castelfranco Veneto. L'uomo, un 51enne di Possagno, è stato poi fermato dai carabinieri e ora si trova agli arresti domiciliari

Ieri, a partire dalle ore 16 e fino a tarda sera, è stato svolto un servizio coordinato di controllo del territorio in tutta la Provincia di Treviso con l’impiego di una cinquantina di pattuglie e circa un centinaio di carabinieri di tutte le cinque Compagnie del Comando Provinciale. Il servizio era volto a prevenire e reprimere raid predatori nelle abitazioni e a controllare la circolazione stradale, con particolare riguardo alla guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti. I controlli sono poi stati indirizzati alla prevenzione di episodi di microcriminalità e alla verifica del rispetto delle normative anti Covid-19, in particolare del possesso del Green Pass e degli assembramenti per aperitivi “no vax” nelle piazze.

Il Nucleo Operativo e Radiomobile e la Stazione di Riese Pio X hanno arrestato, per rapina impropria e porto abusivo di un coltello di genere vietato, un 51enne di Possagno che aveva sottratto prodotti per l’estetica per un valore di 60 euro in un negozio del centro commerciale “I giardini del sole”. L'uomo, per assicurarsi la fuga, aveva tentato di investire con l’autovettura un 28enne addetto alla sicurezza dell’esercizio commerciale. Fermato dopo ininterrotte ricerche in zona dalle pattuglie della locale Stazione e del Nucleo Radiomobile, che erano state allertate dalla centrale operativa della Compagnia, al termine delle formalità dell’arresto è stato posto in regime di detenzione domiciliare.

Particolare fermento è stato poi riscontrato nella zona della Castellana dove i militari della Compagnia di Castelfranco Veneto hanno arrestato un 20enne marocchino in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’A.G. di Treviso per aggravamento della misura degli arresti domiciliari in atto visto che il soggetto era risultato evaso venerdì 21 gennaio. Al termine delle formalità dell’arresto il giovane è stato associato al carcere di Treviso. E' stato poi denunciato in stato di libertà un 47enne di Montebelluna, già gravato da pregiudizi penali, che è stato trovato in possesso di un coltello di genere vietato e di un flacone di metadone. Per questo è stato segnalato al Prefetto quale assuntore di sostanze stupefacenti. E ancora, è stato denunciato in stato di libertà un 23enne magrebino residente a Bassano del Grappa (VI), anche lui già gravato da pregiudizi penali, poiché durante un controllo aveva attestato false generalità per sottrarsi al foglio di via obbligatorio, applicatagli in precedenza dall’Autorità Provinciale di P.S.

Per quanto poi riguarda i militari della Stazione di Castelfranco Veneto, questi hanno denunciato in stato di libertà un 30enne del luogo, controllato all’interno di una struttura ricettiva del centro castellano, perché scoperto in violazione dell’isolamento domiciliare a cui era sottoposto a seguito di riscontrata positività al Covid-19. I carabinieri della Stazione di Istrana hanno invece arrestato un catturando 43enne di Novara, pregiudicato, senza fissa dimora e ricercato da nove mesi, poiché destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Milano dovendo espiare cinque anni e quattro mesi di reclusione per i reati di truffa, appropriazione indebita e ricettazione, commessi nelle province di Milano, Pavia, Novara e Padova tra il 2007 ed il 2012. Il soggetto è stato fermato nella frazione di Badoere del comune di Morgano mentre transitava a bordo della sua autovettura lungo via Levada. Al termine delle formalità dell’arresto è stato associato al carcere di Treviso.

I militari della Compagnia di Montebelluna hanno poi denunciato due soggetti in quanto sorpresi in evidente stato di ebbrezza alcolica alla guida delle loro autovetture mentre attraversavano Paese e Montebelluna. Uno dei due aveva anche assunto sostanze stupefacenti leggere. Infine, i militari della Compagnia di Conegliano hanno denunciato un soggetto che a Gaiarine era stato fermato mentre guidava con una patente falsa ed hanno segnato al Prefetto un giovane trovato in possesso di 30 grammi di marijuana, per uso personale, fermato durante un posto di controllo a San Vendemiano. 

carabinieri-30-7

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba in un negozio e per scappare cerca di investire una vigilante: arrestato

TrevisoToday è in caricamento