menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina alla sala slot, incastrato dalla telefonata alla fidanzata

Uno dei banditi che colpì a Villorba il 3 settembre 2013 è stato individuato grazie alla chiamata fatta alla compagna con l'iPhone della vittima del furto

E' bastata una leggerezza a rovinare un colpo quasi perfetto. Uno dei rapinatori della sala slot di Villorba è stato preso per una telefonata fatta alla fidanzata.

Il furto era avvenuto il 3 settembre 2013. Ad agire erano stati due uomini dal volto travisato, forse supportati da un complice, che avevano puntato le pistole contro un addetto alla riscossione dei proventi, all'esterno della sala giochi.

I due rapinatori sono stati identificati, di tratta di due albanesi, mentre il terzo complice resta ancora sconosciuto. E tutto per colpa di una telefonata.

Ottenuti i borsoni pieni di soldi dalla vittima, i malviventi erano fuggiti senza lasciare traccia. Sarebbero rimasti impuniti se uno dei due non avesse utilizzato l'iPhone dell'addetto rapinato, lasciato in uno dei borsoni, per chiamare la fidanzata. La telefonata è stata rintracciata dagli inquirenti, che hanno interrogato la donna.

Il fidanzato è stato arrestato dai carabinieri di Vicenza, mentre il complice risulta irreperibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento